ANPEAS ONLUS, PRESENTATA LA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEL SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE - Molise Web giornale online molisano

Anpeas Onlus, presentata la nuova programmazione del Servizio Civile Universale

L’A.N.P.E.A.S. Onlus ha inviato al Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale, l’istanza di presentazione dei programmi di intervento di SCU per l’anno 2021.
L’Associazione ormai da tempo, attraverso lo svolgimento delle diverse attività progettuali, programma e realizza interventi con il principale scopo di fornire risposte concrete ai reali bisogni del territorio molisano, e coordina le attività dei giovani volontari di servizio civile impegnati in vari progetti con sedi accreditate su oltre 90 Comuni della Regione e circa 15 enti del Privato Sociale. 

I programmi di intervento presentati sono due e comprendono progetti inerenti il patrimonio culturale e paesaggistico del Molise, il settore dell’ambiente, sostenibilità e rifiuti; nonché progetti di assistenza, inclusione e coesione sociale rivolti a persone anziane, minori, disabili, immigrati e profughi che, In caso di valutazione positiva, impiegheranno ben 376 volontari sul territorio molisano. 
“Nonostante il protrarsi del difficile periodo legato all’emergenza Covid19, anche quest’anno siamo riusciti a portare avanti la stesura dei nuovi programmi – commenta la dottoressa Pano, Presidente dell’ANPEAS – una programmazione che vede una novità: la coprogettazione con il Comune di Isernia, con il quale abbiamo avviato una proficua collaborazione.
La nostra Associazione cerca di fare del suo meglio per diffondere i valori del servizio civile e rendere le nuove generazioni più sensibili al tema della Solidarietà e del Volontariato. Il Servizio Civile rappresenta un’occasione unica e irripetibile per acquisire conoscenze e competenze pratiche, nonché effettuare un percorso di crescita personale e di formazione, di cittadinanza attiva e di solidarietà, di conoscenza del territorio e di supporto all’utenza più fragile del contesto sociale” conclude Pano.