FONDO CULTURA, ANCI E CREDITO SPORTIVO INSIEME PER IL PRIMO BANDO DEDICATO ALLE AUTONOMIE - Molise Web giornale online molisano

Fondo Cultura, Anci e Credito sportivo insieme per il primo bando dedicato alle autonomie

Finanziamenti a tasso zero per interventi sui beni culturali di Comuni, Città Metropolitane, Province e Regioni
Prima atttuazione del Fondo per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio culturale, previsto dall'articolo 184 del Decreto Rilancio. Si tratta di un bando promosso
dall'Istituto per il Credito Sportivo (Ics) e predisposto in collaborazione con l'Anci: il bando «Cultura Missione Comune - 2021» che prevede per i beneficiari finanziamenti a tasso zero per interventi dedicati ai beni culturali.
Il bando si rivolge a Comuni, Città Metropolitane, Province e Regioni che vogliono investire nella riqualificazione e nella valorizzazione del proprio patrimonio culturale.
Il Comitato di Gestione dei Fondi Speciali ha stanziato per l'iniziativa «Cultura Missione Comune – 2021» un importo di 7 milioni di euro di contributi in conto interessi destinati all'abbattimento degli interessi di mutui a tasso fisso della durata di 15, 20 e 25 anni, da stipulare obbligatoriamente entro il 31 dicembre 2021 direttamente con Ics o altra banca convenzionata.
Fino al 5 dicembre 2021 alle ore 24.00 sarà quindi possibile presentare le istanze, tramite il portale dedicato sul sito www.creditosportivo.it , relative a interventi sul patrimonio culturale (beni
culturali e beni paesaggistici), compresi i beni del demanio culturale, gli istituti e i luoghi della Cultura e le espressioni di identità culturale collettiva, per un totale di 35 milioni di euro di mutui stanziati da Ics. Inoltre, le istanze complete inoltrate entro il 30 ottobre 2021 potranno ottenere l'abbattimento totale degli interessi di mutui a tasso fisso della durata massima di 25 anni, mentre quelle inoltrate successivamente al 30 ottobre 2021 o completate oltre tale data potranno ottenere il totale abbattimento degli interessi di mutui della durata massima di 20 anni se relative esclusivamente o prevalentemente a interventi prioritari. Le istanze non prioritarie inoltrate successivamente al 30 ottobre 2021 o completate oltre tale data potranno ottenere l'abbattimento del 90% degli interessi di mutui della durata massima di 20 anni.