"AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA". DOMANI LO SPETTACOLO REALIZZATO DALL'APS-ARTISTI PER CASO INSIEME AGLI OPERATORI ABA E DAI RAGAZZI CENTRO IL GRANELLO DI SENAPE IN ONDA SU TELEMOLISE E SU FACEBOOK - Molise Web giornale online molisano

"Aggiungi un posto a tavola". Domani lo spettacolo realizzato dall'Aps-Artisti per caso insieme agli operatori ABA e dai ragazzi centro Il Granello di Senape in onda su telemolise e su facebook

"S'intitola aggiungi un posto a tavola, lo spettacolo realizzato dall'Aps-Artisti per caso insieme agli operatori ABA e dai ragazzi centro Il Granello di Senape, in collaborazione con la Cooperativa sociale "Ricerca e progetto". Quest'anno a causa della pandemia da corona virus, lo spettacolo è stato registrato, e andrà in onda su Telemolise e in streaming sulla pagina facebook "APS - Artisti Per Caso" domani, sabato 29 maggio a partire dalle ore 21:30.  La regia dello spettacolo è a cura di Rolando Giancola, le musiche sono state realizzate da Stefano Di Nucci e da Manuel Perrotta, la scenografia,  invece  da Sara di Ninno. I costumi sono stati curati da Addolorata Di Cristofaro dell'Associazione La Mantigliana, il filmaker è  Carmine Scarinci. L'allestimento tecnico/service è stato curato da AMTM Allestimenti di Gianclaudio Piedimonte, la fotografia è stata  curata da Nausicaa Albanese. Gianluca d'Ottavio infine,  è il grafico e pubblicitario. 

Lo spettacolo ''Aggiungi un posto a tavola'' - ha dichiarato la Presidentessa dell'Associazione "APS - Artisti Per Caso Noemi Molinaro - è il risultato di un progetto presentato dall'associazione APS-Artisti per caso, finanziato dalla Regione Molise, e in collaborazione con il centro ABA ''Il Granello di Senape'', gestito dalla Cooperativa Sociale Ricerca & Progetto. A causa della pandemia il progetto è stato riformulando prevedendo la registrazione dello spettacolo presso il Teatro Savoia, per poterlo trasmettere in diretta televisiva su Telemolise e sulla pagina FB dell'APS-Arti per caso il 29 maggio alle ore 21:30, prevedendo già una replica il giorno 5 giugno 2021 attraverso gli stessi canali.  L’Associazione ha iniziato questa esperienza di teatro e arte nel sociale, come mezzo di inclusione per giovani e adulti con disabilità varie e particolare riguardo alle fasce deboli e del disagio sociale. Il nostro breve ma intenso percorso è iniziato insieme ai ragazzi con autismo e disturbi del comportamento del centro “Il granello di Senape” ed i nonni del Centro Diurno Alzheimer di Campobasso. Volevamo creare uno spazio dove sperimentare le abilità sociali dei ragazzi ed insieme abbiamo messo in scena lo spettacolo “I musicanti di Brema”, rappresentato in diversi siti e teatri della Regione Molise. Certo siamo oper-attori, con la consapevolezza di divertire e divertirci, ma anche di portare un messaggio forte e chiaro: la diversità è un VALORE e se siamo capaci di vedere oltre i limiti scopriamo che essi esistono solo nella mente di chi li guarda. Da questa prima entusiasmante esperienza abbiamo iniziato un percorso di formazione con la UILT  Nazionale e Regionale, con l’Associazione” Oltre le parole”  e l’Accademia Nazionale di Teatro Sociale, con Artedo Network.  La formazione degli operatori è prevalentemente di tipo artistico-teatrale, anche se con diverse competenze nel campo pedagogico-psicologico-sociologico-assistenziale-sanitario. ‘’Age quod agis: fallo, e fallo bene. Fare bene è pensare bene’’ è da sempre la nostra guida. E per quest’anno abbiamo una nuova sfida più importante e più ambiziosa. La nostra forza sono i nostri ragazzi che si divertono, che si sperimentano, che imparano a stare in scena, che si confrontano con la comunità a cui appartengono in una veste nuova: quella di Attori. Questo per loro significa avere un ruolo, un riscontro che enormemente li gratifica. Ed ecco il nuovo spettacolo, la commedia musicale adatta a grande e piccini, che si allumina della bellezza del quotidiano e delle cose piccole e semplici, che fanno bene al cuore e che inevitabilmente emozionano e commuovono. “Aggiungi un posto a tavola” –libero riadattamento da Garinei e Giovannini- con la regia di Rolando Giancola, porta in scena il messaggio dell’accoglienza, della solidarietà e di umanità ad un futuro migliore. Gli attori di questo spettacolo sono operatori ABA e ragazzi del centro ‘’Il Granello di Senape’’.  Questo spettacolo è anche il risultato di un lavoro di equipe, vera e propria risorsa nell’Ambito Sociale, composto da persone qualificate e pronte a fare del proprio. Un grazie va alla Regione Molise che ha permesso la realizzazione del progetto; alle famiglie dei nostri attori e alla Cooperativa Sociale, sempre pronta a sostenerci e aiutarci a 360°; Alla Fondazione Molise Cultura; Al nostro Musicoterapeuta Stefano di Nucci, che ha preparato le musiche insieme a Manuel Perrotta; Ai ragazzi dell’Associazione Modellarte di Sara di Ninno per la scenografia; All’Ass. la Mantigliana per la realizzazione dei costumi; al Filmaker Carmine Scarinci; agli operatori dell’allestimento/service  AMTM di Gianclaudio Piedimonte; alla fotografa Nausicaa Albanese; al nostro grafico/pubblicitario Gianluca d’Ottavio e a tutti i volontari che hanno collaborato per permettere tutto ciò.   guardando un po’ più in là …. Nel futuro, ma non troppo lontano, abbiamo pensato di portare il teatro dove ci sono le ferite della discriminazione per i Rom, il vuoto  per l’abbandono  delle periferie disagiate dei quartieri popolari. Ed è là che nascerà la nostra scuola di teatro sociale ‘’Sbandonati a teatro”, nel quartiere a rischio di Sant’Antonio Abate, perché è ‘’là che qualcuno ha bisogno di stare ad ascoltare qualcosa che qualcun altro ha da dire a lui"