SANITARI IMPIEGATI IN PANDEMIA: IL CONSIGLIO REGIONALE APPROVA UNA MOZIONE PER LA PROROGA DEI CONTRATTI - Molise Web giornale online molisano

Sanitari impiegati in pandemia: il Consiglio Regionale approva una mozione per la proroga dei contratti

 
Il Consiglio regionale, presieduto dal Presidente Salvatore Micone, si è riunito nel pomeriggio di oggi come da specifica richiesta di seduta monotematica, avanzata dai Consiglieri Greco, Fanelli, Facciolla, Manzo, Primiani, De Chirico, Fontana e Nola, per discutere sulla situazione degli incarichi professionali del personale sanitario inquadrato in emergenza Covid 19.
 
In apertura della seduta il Presidente della Giunta regionale, Donato Toma, ha dato notizia che da ieri e fino al 14 giugno è previsto l’arrivo di 50.230 dosi del vaccino anti Covid 19. Di queste 45.630 saranno del tipo Pfizer, 1800 del tipo Moderna, e 2.800 del Tipo AstraZeneca. All’ammontare totale sono già state detratte 5.000 dosi già anticipate ed utilizzate negli scorsi mesi su prestito da parte delle altre regioni. 
Queste dosi consentiranno far procedere con speditezza –ha commentato il Presidente Toma- la campagna vaccinale in Molise facendoci completare agevolmente le inoculazioni per la fascia di età che va dai  40 fino ai 49 anni e consentendoci, di seguito, di continuare con le altre parti della popolazione in  base al graduale aumento degli  approvvigionamenti.
 
I Consiglieri Micaela Fanelli e Andrea Greco, in distinti interventi, hanno spiegato sia la motivazione della opportunità di tenere una seduta monotematica sulle problematica del personale sanitario assunto nell’ambito dell’emergenza Covid 19, che i contenuti della mozione, da loro stessi presentata e sottoscritta da altri componenti dei propri gruppi politici di appartenenza, sulla medesime tematica, avente ad oggetto "Proroga degli incarichi professionali del personale sanitario inquadrato in emergenza Covid 19 - Provvedimenti". 
 Sono quindi intervenuti i Consiglieri Iorio, Facciolla, Cefaratti, Fanelli, Greco e del Presidente della Giunta Toma. A seguito dell’emendazione del dispositivo della mozione presentata, la stessa è stata firmata anche da vari Consiglieri della maggioranza.
L’atto di indirizzo è stato quindi approvato all’unanimità dei presenti dall’Assise. Non ha partecipato al voto, fornendone motivazione, il Consigliere Cefaratti. 
In particolare, con l’atto votato il Consiglio regionale impegna il Presidente della Giunta regionale ad attivarsi presso il Commissario ad acta per il rientro dal deficit sanitario e presso  la Direzione Generale dell’ASReM affichè vengano prorogati o rinnovati gli incarichi d’opera professionale previsti dagli articoli 2-bis, commi 1 e 5, e 2-ter, commi 1 e 5, del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni della legge 24 aprile 2020, n. 27, ai sensi dell’art. 1, comma 423, della legge 30 dicembre 2020, n. 178.