UNICEF, CARABINIERI DELLA BIODIVERSITÀ DI ISERNIA E INTRAMONTES INSIEME PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE DELL’AMBIENTE - Molise Web giornale online molisano

Unicef, carabinieri della Biodiversità di Isernia e Intramontes insieme per la Giornata Internazionale dell’Ambiente

 

“AMBIENTIAMOCI” è l’iniziativa organizzata per il 5 giugno (Giornata Mondiale dell’Ambiente) dal Comitato Provinciale di Isernia per l’UNICEF in collaborazione con il Reparto CC Biodiversità di Isernia e l’Associazione di Promozione Sociale Intramontes. L’UNICEF, il Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia, da 75 anni è impegnato nella difesa dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e per l’occasione ha voluto coinvolgere le bambine e i bambini in una caccia al tesoro presso la RNO e Riserva MAB Collemeluccio, Pescolanciano (IS). La manifestazione è stata immaginata dai volontari del Comitato UNICEF di Isernia per permettere alle bambine e ai bambini di riflettere su uno dei diritti oggigiorno più importanti, ossia il diritto a vivere in un ambiente sano e pulito. I bambini sono stati coinvolti in una caccia al tesoro a tema ambientale organizzata dall’Associazione IntraMontes e hanno potuto scoprire quanto sia importante prendersi cura dell’ambiente. Due le squadre vincitrici che sono state premiate con delle medaglie decorate e a tutti i bambini l’UNICEF ha consegnato dei gadget. La manifestazione si inserisce perfettamente nella campagna “Cambiamo Aria. Uniti per un mondo sostenibile” lanciata proprio il 5 giugno dall’Unicef Italia per coinvolgere bambine e bambini nei processi che riguardano il cambiamento climatico e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

Nella stessa giornata, nell’ambito del Progetto Nazionale di Educazione Ambientale “Un Albero per il futuro”, il Reparto CC Biodiversità di Isernia ha consentito ai bambini di piantare nella Riserva dei frassini e ha donato all’UNICEF un albero che sarà messo a dimora nella riserva e diventerà l’albero dell’UNICEF. Grande soddisfazione da parte delle tre realtà partner che hanno lavorato per organizzare questo evento. Le misure vigenti in materia sanitaria hanno imposto un numero ridotto di partecipanti, ma il successo della manifestazione fa ben sperare per una futura e solida collaborazione sul territorio.