METEO: TEMPERATURE, A BREVE VAMPATA DI CALDO AFRICANO CON PUNTE DI 35° E NOTTI NISONNI. LE CITTÀ PIÙ CALDE - Molise Web giornale online molisano

Meteo: temperature, a breve vampata di caldo africano con punte di 35° e notti nisonni. Le città più calde

A breve assisteremo ad una vera e propria vampata di caldo africano su molte delle nostre città dove la colonnina di mercurio potrà salire fino a toccare picchi di 34-35°C.
L'anticiclone africano e in parte anche quello delle Azzorre sembrano finalmente decisi a conquistarsi una buona fetta dell'area mediterranea con l'intento di avvolgere con il loro carico di calda stabilità anche il nostro Paese. Il nostro Paese sta dunque per vivere la prima severa ondata di caldo che si protrarrà inoltre per alcuni giorni.
Entrando più nel dettaglio e per capire dove si farà sentire di più il caldo, notiamo come tra sabato e domenica le colonnine di mercurio punteranno con decisione verso l'alto. La giornata più calda sarà comunque quella di domenica quando i valori diurni voleranno fino a toccare picchi di 34-35°C su molti tratti della Val Padana e del Centro. Le città più calde saranno Bologna con 35°C, Ferrara, Milano e Firenze a 34°C e Roma con 32°C.
Caldo anche al Sud dove tuttavia si registreranno punte lievemente inferiori.
Questo primo assaggio di caldo estivo sarà inoltre ben evidente anche nei valori minimi elevando così il rischio di trascorrere qualche notte insonne. Una delle principali caratteristiche dell'alta pressione nord africana è quella di provocare un tipo di caldo molto afoso e la presenza di un elevato tasso di umidità fa si che il calore accumulato durante il giorno non riesca a liberarsi con facilità nella libera atmosfera mantenendo di conseguenza temperature notturne assai elevate.
Ma non finisce qui. In seguito le cose potrebbe ulteriormente peggiorare in termini di caldo afoso. Nel corso della prossima settimana infatti, ad alzare la voce sarà soprattutto l'anticiclone africano che sospingerà aria ulteriormente più calda in particolare verso le regioni del Sud e sulla Sardegna. Qui ci attendiamo una decisa ascesa dei termometri che saliranno ben oltre la media climatologica del periodo, mentre sul resto del Paese non ci saranno grossi scossoni salvo per un contenuto calo sulle regioni settentrionali specie sul Nordovest.
Vista la distanza in sede previsionale, vi consigliamo comunque di seguire i prossimi aggiornamenti per ulteriori conferme.