AVVISO METEO: FIAMMATA AFRICANA IMMINENTE, 37 GRADI A CAMPOBASSO - Molise Web giornale online molisano

Avviso Meteo: fiammata africana imminente, 37 gradi a Campobasso

L'anticiclone africano si è impadronito del Mediterraneo centrale e nei prossimi giorni continuerà a far affluire aria rovente verso la nostra Penisola. Il Sud sarà il più colpito da questa ondata che potrebbe essere la più intensa degli ultimi 10 anni, con clima rovente per diversi giorni e temperature massime anche oltre i 40°C. Farà caldo anche sul resto d'Italia, seppur in misura minore, ma a complicare le cose sarà l'umidità dovuta al ristagno dell'aria che, combinata con il caldo intenso, farà aumentare la sgradevole sensazione di afa, soprattutto nelle ore serali e in quelle di inizio nottata nelle grandi città. Afa elevata anche sui settori costieri e in generale in Pianura Padana, per via degli elevati tassi di umidità.
AL SUD PUNTE DI OLTRE 40°C. Farà molto caldo un po' dappertutto nei prossimi giorni, ad eccezione solo del Nordovest, di tanto in tanto alle prese con i temporali. Se in Romagna e lungo il Tirreno si raggiungeranno massime intorno ai 34/37°C, in Puglia, Calabria e Sicilia si raggiungeranno valori ancora più elevati. Già martedì su Foggiano, Cosentino e Catanese sono attese punte di 42°C, mercoledì addirittura punte di 44°C sulle zone interne della Sicilia orientale. Giovedì ancora qualche grado in più in Puglia con massime fino a 42°C su Foggiano e Salento, ma anche su Materano e Cosentino, oltre al Catanese. Qualche grado in meno lungo le coste, mitigate dal mare la cui superficie è relativamente più fresca, ma con umidità elevata e afa alle stelle.
LE CITTA' PIU' ROVENTI Tra le città da bollino rosso, con i valori termici più elevati, segnaliamo Foggia con 40/42°C tra martedì e giovedì, Cosenza con 40/41°C, Matera con 39/41°C, la Piana di Catania con punte addirittura di 44°C, mentre alcuni gradi in meno si raggiungeranno sul capoluogo catanese, influenzato dal mare. Da segnalare anche i 40°C di Benevento, i 39°C di Sulmona e Caserta, i 38°C di Terni e Fabriano; 37°C a Potenza. A Roma, Firenze, Campobasso e l'Aquila attese massime fino a 35-36°C; 35°C previsti anche a Bologna e Ferrara.  
NOTTI QUASI TROPICALI. Giorno dopo giorno anche le minime notturne faranno fatica a scendere su valori freschi, questo soprattutto nelle grandi città, sulle aree costiere e in Pianura Padana, dove nelle prossime serate si potranno registrare ancora 30°C anche dopo le 20, fino a 26-28°C intorno alla mezzanotte (per lento rilascio di calore nelle aree urbane). Inevitabile il disagio fisico indotto dal fisiologico aumento dell'umidità relativa durante le ore serali; andrà meglio nelle aree rurali e sulle vallate alpine e appenniniche.
Valori simili anche nella giornata di venerdì, mentre nel weekend si potrebbe andare verso un ridimensionamento dei valori termici per l'ingresso di un fronte più organizzato, pilotato da una saccatura depressionaria in transito sull'Europa centrale e destinato prevalentemente alle regioni settentrionali, ma con un calo delle temperature che riguarderebbe un po' tutta Italia. Tendenza che comunque necessita di conferme, vista la distanza temporale. Seguiranno quindi importanti aggiornamenti