PRECARI DELLA SANITÀ, FUMATA NERA: NESSUNA PROROGA DEI CONTRATTI - Molise Web giornale online molisano

Precari della sanità, fumata nera: nessuna proroga dei contratti

 
Ancora una volta la volontà del Consiglio regionale è stata disattesa: i precari della sanità, che hanno lavorato durante il Covid 19, non resteranno al servizio di Asrem. Si tratta di 80 persone che a fine pandemia resteranno senza lavoro. Sul tema erano arrivate due mozioni del consiglio regionale, approvate in aula, le quali avevano chiesto l'esatto contrario: la stabilizzazione. Il tavolo di concertazione che si è svolto oggi in via Ugo Petrella ha quindi prodotto la fumata nera. Così come è avvenuto per la vicenda del Covid Hospitale al Vietri di Larino: il consiglio regionale perde il suo valore e le decisioni della sanità non ne tengono affatto conto
 
 
Il direttore generale Asrem ora dovrà bandire un nuovo concorso senza tener conto delle priorità acquisite in pandemia: infermieri e operatori socio-sanitari restano dunque fuori dalle strutture sanitarie pubbliche, in un momento nel quale la vera emergenza della sanità molisana è legata proprio alla carenza di personale. 
 
I sindacati ora si rivolgeranno direttamente al ministro Speranza, già sollecitato anche per un'altra vicenda analoga, accaduta nel vicino Abruzzo. Anche gli operatori sanitari contrattualizzati con partita Iva sono da settimane in protesta per la prosecuzione dei rapporti di lavoro.