"FERRAMIÙ", TRAFFICO INTERNAZIONALE DI RIFIUTI METALLICI: COINVOLTE AZIENDE MOLISANE - Molise Web giornale online molisano

"Ferramiù", traffico internazionale di rifiuti metallici: coinvolte aziende molisane

C'è anche il Molise coinvolto nella operazione "Ferramiù" condotta dalla  Guardia di Finanza di Torino, in collaborazione con i colleghi di Napoli. Questa mattina i finanzieri hanno eseguito, nell’ambito dell’operazione “Ferramiù”, ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice per le indagini preliminari del locale Tribunale nei confronti di 7 persone (6 in carcere ed 1 ai domiciliari), per le ipotesi di reato di traffico internazionale di rifiuti metallici ed emissione e utilizzo di documenti attestanti operazioni inesistenti.

È in corso di svolgimento, altresì, il sequestro preventivo di un’azienda operante nel settore del commercio di metalli ferrosi nonché di beni per oltre 43 milioni di euro, tra cui disponibilità finanziarie, immobili e quote societarie riconducibili agli indagati.

Le attività in parola, dirette dalla Procura della Repubblica di Torino – Direzione Distrettuale Antimafia, P.M. Dott. Valerio Longi, rappresentano lo sviluppo operativo di ulteriori approfondimenti investigativi, condotti dai finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria Torino successivamente agli arresti eseguiti nel marzo scorso a carico di 15 persone e ai sequestri disposti per oltre 130 milioni di euro, con l’effettuazione di perquisizioni e acquisizioni documentali presso decine di aziende ubicate in Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Molise e Campania e il coinvolgimento di società con sedi in Paesi dell’est Europa.