STELLANTIS: VENTI DI CRISI? - Molise Web giornale online molisano

Stellantis: venti di crisi?

Il Partito Comunista è preoccupato per ciò che potrebbe accadere alla Fiat Stellantis di Termoli, dove le varie voci di tagli, cassa integrazione e ridimensionamenti aziendali, potrebbero creare seri problemi occupazionali. I segnali ci sono tutti e alimentano i timori tra i lavoratori.
Dopo l’accordo di Cassino e, ancor di più, dopo quello vergognoso di Melfi – dove i sindacati, a dispetto di quanto votato nelle assemblee dai lavoratori, hanno sposato tutte le richieste aziendali, senza dire nulla, come denunciano in una nota i lavoratori iscritti alla FIOM e le loro RSU – anche gli operai dello stabilimento molisano dovranno stare all’erta, poiché quello che è successo lì può accadere anche a Termoli! Il padrone è tale ovunque si trovi, e applica le stesse strategie su vasta scala, a maggior ragione quando si tratta di una multinazionale! Infatti, compagni operai, avvenimenti come quelli di Cassino e di Melfi, ci insegnano che dobbiamo uscire dalla logica del “buon datore di lavoro”, che ci è stata propinata per trent’anni: non esiste il buon datore di lavoro! Esiste solo il PADRONE! E il padrone ci odia! In nome del profitto ci calpesterebbe domani se potesse! E per questo è necessario che voi sorvegliate tutto quanto accade nella vostra fabbrica, poiché, a quanto pare, da quando la è nata Stellantis, la strada è segnata da una politica aziendale a dir poco feroce! Il capitalismo capisce solo la lingua dei soldi: facciamogli capire quella della lotta!
Come Partito Comunista, dichiariamo la nostra assoluta partecipazione a tutte le iniziative che prenderete nei prossimi mesi, se vi sarà la necessità di scontro duro con il padrone, e chiediamo a tutti i sindacati e i partiti di sinistra di non permettere ciò che è già accaduto nel 1994. Solo la lotta paga!