«I MAGISTRATI SE SBAGLIANO DEVONO PAGARE». SALVINI A TERMOLI PER PROMUOVERE IL #REFERENDUMGIUSTIZIA - Molise Web giornale online molisano

«I magistrati se sbagliano devono pagare». Salvini a Termoli per promuovere il #referendumgiustizia

Matteo Salvini, segretario della Lega, ieri pomeriggio a Termoli per sponsorizzare la raccolta firme a sostegno del referendum sulla riforma della giustizia. Nel gazebo allestito nella città adriatica il senatore inizia il suo discorso attaccando subito il Pd «Il segretario del Pd si occupa di ius soli e vorrebbe che i giocatori dell'Italia si inginocchiassero prima della partita, lasciamoli giocare».
Arriva subito al succo della riforma e ribadisce i concetti principali «Responsabilità civile dei giudici, processi veloci, certezza della pena e  - sottolinea con molta enfasi il leader del carroccio - anche i magistrati se sbagliano devono pagare».
Matteo Salvini afferma che solo in questo week end sono state raccolte più di 100mila firme. Una visita non indolore, non sono mancati fischi e cori di protesta all'arrivo del leader della Lega. Una sola tappa molisana di Matteo Salvini nella città di Termoli: il senatore si è concesso a selfie e strette di mano a margine di una manifestazione per la raccolta di firme a sostegno dei sei referendum sulla giustizia.