COVID, OMS: "NON ALLENTARE LE RESTRIZIONI" - Molise Web giornale online molisano

Covid, Oms: "Non allentare le restrizioni"

"Si usi prudenza, assumere che il tasso di infezione non aumenterà per via delle dosi è un errore", afferma l'Organizzazione mondiale della sanità.
"Assumere che il tasso di infezione da Covid non aumenterà grazie ai vaccini è un errore". E' il monito dell'Oms, che mette in guardia contro un eccessivo allentamento delle misure di sicurezza e delle restrizioni sanitarie. "Facciamo appello affinché si usi prudenza estrema per quanto concerne la fine totale delle restrizioni sanitarie e sociali in questo momento, altrimenti ci saranno delle conseguenze", sottolineano dall'Organizzazione.
Variante Delta presente in 104 Paesi Nel rapporto settimanale sull'epidemia l'Organizzazione mondiale della sanità mette in guardia sulla diffusione della variante Delta, che ormai ha già raggiunto 104 Paesi al mondo, sette in più solo nell'ultima settimana. La variante, individuata per la prima volta in India nell'ottobre 2020, considerata più contagiosa e destinata a rappresentare la maggior parte dei futuri contagi, al primo giugno precisa l'Update Oms era presente in 62 Paesi, per passare a 80 a metà del mese scorso e rimbalzare a 104 la settimana scorsa.
Oltre 4 milioni di vittime. La pandemia di Covid-19 ha ucciso più di quattro milioni di persone nel mondo secondo i dati ufficiali, ha infine aggiunto il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus, aggiungendo che il bilancio reale è stato "certamente" più alto. "Abbiamo appena superato il tragico traguardo di quattro milioni di morti registrate per Covid-19, che sicuramente sottovaluta il bilancio complessivo", ha detto in una conferenza stampa.
Gb, nuovo picco di 32.500 casi Non calano i contagi nel Regno Unito sempre a causa della variante Delta. Nelle ultime 24 ore si sono registrate 32.548 infezioni, il massimo da metà gennaio, su circa un milione di tamponi. Resta invece in proporzione per ora nettamente inferiore, grazie all'effetto delle vaccinazioni, il totale dei ricoveri negli ospedali (salito poco oltre quota 2.400), mentre i morti giornalieri calano leggermente: 33 contro 37 di martedì.
Immunizzato oltre il 40% degli italiani: 21,7 milioni di personeIntanto procede la campagna vaccinale nel nostro Paese. Oltre il 40% degli italiani over 12, infatti, ha ricevuto la vaccinazione completa (due dosi o monodose), secondo i dati sul sito del governo. Sono 21.765.004 le persone immunizzate, pari per la precisione al 40,30% di chi ha più di 12 anni. Le dosi somministrate sono arrivate a 55.149.301, pari al 90,4% di quelle consegnate.
Tokyo verso nuovo stato di emergenza e limiti ai GiochiLa nuova ondata mette in allarme il governo giapponese che prevede di dichiarare un nuovo stato di emergenza a Tokyo, vista la recrudescenza delle infezioni, a poco più di due settimane di distanza dalle Olimpiadi. Ciò influenzerà quasi certamente l'imminente decisione degli organizzatori dei Giochi in merito al numero di spettatori da ammettere nei luoghi in cui si terranno le manifestazioni sportive. Il premier, Yoshihide Suga, ha riferito che prenderà la decisione giovedì per quanto riguarda 10 prefetture, tra cui Tokyo e Osaka, dove domenica scade un quasi-stato di emergenza, e Okinawa dove è in vigore uno stato di emergenza a tutti gli effetti.