TERMOLI. DOMANI L'EVENTO "ASPETTANDO LA GIRA ZAPATISTA" - Molise Web giornale online molisano

Termoli. Domani l'evento "Aspettando la gira zapatista"

Venerdì 9 luglio 2021, a partire dalle ore 18.00, nei locali della sala convegni della Parrocchia del Sacro Cuore a Termoli si svolgerà il primo incontro di informazione e sensibilizzazione in vista dell’arrivo in Molise, a settembre, di una delegazione della Gira Zapatista, la Carovana partita dal Messico via mare e arrivata a Vigo, in Galizia, il 23 giugno per incontrare in Europa e in Italia tutte le comunità territoriali che condividono la stessa ricerca di democrazia dal basso e di autodeterminazione dei popoli. Durante l’incontro si ricostruirà la storia del Movimento Zapatista, dall’inizio della lotta con il Subcomandante Marcos a oggi, grazie anche alla proiezione di un documentario, e si ascolterà il resoconto dello sbarco a Vigo, cui un attivista abruzzese ha partecipato. Un’occasione importante per conoscere una realtà importante di cui si sa poco, ma di cui condividiamo molto. Il senso della decisione delle comunità indigene del Messico di partire via mare verso l’Europa sta tutto negli avvenimenti di 500 anni fa: ad agosto la Carovana arriverà a Madrid, ripercorrendo dunque quel cammino che ha portato morte e distruzione alle popolazioni indigene: «Stiamo ripercorrendo a ritroso la strada da cui è arrivato Colombo oltre 500 anni fa, in questo caso noi viaggeremo per seminare vita, non come 500 anni fa». Vengono per incontrare, “in ogni differente, disomogeneo, diverso, dissimile, inuguale e lontano angolo del Mondo”, le comunità in lotta per un mondo altro e per condividere la comune umanità. Numerosissime realtà associative in Europa e in Italia hanno creato un coordinamento per preparare accoglienza e incontro con la delegazione. Noi Molisani ci siamo uniti all’Abruzzo e stiamo organizzando occasioni di conoscenza e sensibilizzazione, di cui l’incontro del 9 sarà la prima. Occasioni per incontrare ciò che ci unisce ai popoli indigeni messicani, per parlare di ambiente, territorio, sostenibilità, autodeterminazione, uguaglianza di genere. Per ritrovare le radici comuni a tutti coloro che rifiutano un mondo basato sul profitto, sull’estrattivismo selvaggio, sulla distruzione della natura e cercano di costruire una società basata sulla cura di sé, dell’altro e del pianeta. Vi aspettiamo numerosi il 9 luglio a questo primo incontro conoscitivo, che ci permetterà di cominciare a progettare insieme una degna accoglienza per la delegazione messicana, con lo stesso spirito di entusiasmo e determinazione che li ha portati fin qui dal lontano, eppur vicino, Messico. "È di nuovo tempo che i cuori danzino e che la loro musica e i loro passi non siano quelli del rimpianto e della rassegnazione… Viaggeremo nel mondo, cammineremo o navigheremo verso suoli, mari e cieli remoti, cercando non la differenza, non la superiorità, non lo scontro, tanto meno il perdono e la pietà. Andremo ad incontrare ciò che ci rende uguali".