INCENDIO A SAN MARTINO IN PENSILIS: IL SINDACO RINGRAZIA TUTTI PER IL LAVORO MESSO IN CAMPO - Molise Web giornale online molisano

Incendio a San Martino in Pensilis: il sindaco ringrazia tutti per il lavoro messo in campo

Tramite un post Facebook il sindaco di San Martino in Pensilis Giovanni Di Matteo ha inteso ringraziare tutte le forze in campo per lo spegnimento dell' incendio di ieri pomeriggio.
 
"Dopo la difficile giornata di ieri che ha visto le fiamme entrare dalle finestre delle nostre case, sentiamo il dovere di rivolgere un ringraziamento a nome nostro e dell’intera Comunità all’Arma dei Carabinieri, nella persona del Capitano Petruzzella, ai Vigili del Fuoco, ai piloti di elicotteri e aerei intervenuti, al personale del 118, alla Protezione Civile, ai volontari della SAE112 e ai tanti cittadini che hanno collaborato in ogni modo per fronteggiare la drammatica emergenza.
 
Grazie al Prefetto e alla struttura della Protezione Civile, con i quali siamo stati in costante contatto; grazie per non averci fatto mancare il loro prezioso supporto.
 
D’altra canto, condanniamo chi, in maniera sconsiderata e criminale, ha innescato e continua a innescare incendi, mettendo a rischio la vita dei cittadini e degli operatori impegnati nel contenimento. Speriamo trovino la giusta ricompensa. 
 
Infine, pensiamo sia opportuno cominciare a porre una questione da troppo tempo ignorata: quella di recuperare e salvaguardare le fasce di territorio costituite da terreni agricoli che circondano i centri abitati. Lo stato d’abbandono e l’incuria in cui versano costituiscono una costante minaccia. Sarebbe opportuno proporre una misura specifica (cosa che faremo) che riconosca ai proprietari benefits orientati alla cura e alla pulizia dei fondi, alla salvaguardia della biodiversità con coltivazioni autoctone (dall’olivo alle piante da frutto) anche in cambio di usi civici temporanei e limitati (camminamenti), al fine di tutelarne l’alto valore paesaggistico e il loro fondamentale contributo alla riduzione del rischio  idrogeologico e alla prevenzione degli incendi".