VACCINI MOLISE. SI PUNTA ALL'IMMUNITÀ DI GREGGE MA C'È CHI ASPETTA ANCORA LA PRIMA DOSE - Molise Web giornale online molisano

Vaccini Molise. Si punta all'immunità di gregge ma c'è chi aspetta ancora la prima dose

Di Rossella Ciaccia
Il numero di persone vaccinate  fortunatamente cresce di giorno in giorno, rallentamenti sulle secondi dosi e preoccupazioni della copertura vaccinale sulle varianti. E' questo lo scenario molisano degli ultimi tempi.
Ma se da un lato si prosegue con le secondi dosi e si punta ad un immunità di gregge, dall'altro lato non mancano problemi riguardanti prime dosi di vaccino che ancora non sono state inoculate.
Proprio a proposito di questo fenomeno, ci arrivano segnalazioni di persone a cui non è ancora arrivata la chiamata per  la prima dose.
Le chiamate sono però arrivate a poche ore di distanza e con solamente 24 ore di preavviso. Chi è impossibilitato a rispondere ad essa con così poco preavviso, perchè magari fuori regione per impegni improvvisi, si ritrova senza dose, e soprattutto senza sapere quanto tempo dovrà passare per la prossima chiamata.
Queste sono solo alcune delle segnalazioni fatte da persone che non hanno ancora ricevuto la prima dose nonostante si fossero prenotati già da tempo, ma alle loro giuste e frequenti chiamate per sapere quanto ancora avrebbero dovuto aspettare, si vedono ripetere di aspettare solamente una decina di giorni. Questo da un paio di mesi. 
Un vero e proprio scarica barile, dunque, da chi dice che si da la precedenza alle seconde dosi  e chi invece scarica tutta la responsabilità sulla Regione Molise, dicendo che è proprio compito della Regione occuparsi della "graduatoria" e di mandare i famosi messaggi per la "convocazione" al vaccino.
Un problema dunque, per tutte quelle persone che, non solo sono ancora in attesa di ricevere la prima dose, ma che soprattutto, qualora dovesse entrare in vigore il green pass obbligatorio, si vedrebbero private di ogni spostamento per un qualcosa non imputabile alla loro volontà. Tutti i molisani sperano in un'immunità di gregge nel più breve tempo possibile, ma come si può raggiungerla, o comunque una copertura vaccinale abbastanza ampia, se ancora non sono state inoculate le prime dosi a coloro che le aspettano da mesi?