ESTATE, AL TERMINE LA PRIMA EDIZIONE DEL BONEFRO SUMMER VILLAGE - Molise Web giornale online molisano

Estate, al termine la prima edizione del Bonefro Summer Village

Bonefro, 16 luglio 2021, cala il sipario sulla prima edizione del “Bonefro Summer Village”, il campus estivo rivolto ai bambini dai 3 ai 14 anni organizzato dalla Polisportiva Kalena 1924 con il patrocinio del Comune di Bonefro.  

 

Con il coordinamento del dott. Daniele Bucci, decine sono state le attività che hanno intrattenuto e coinvolto i 35 bambini che hanno risposto all’invito della Società Sportiva e dell’Amministrazione Comunale di Bonefro a trascorrere le cinque mattine di luglio all’interno degli impianti comunali. Non solo bonefrani, ma anche bambini provenienti da comuni limitrofi e in vacanza a Bonefro sono stati accolti tutte le mattine dallo staff tecnico composto da: Michela Montagano, Cristian Paradiso, Giovanni Paradiso, Ersilia De Michele, Enrico  Giangioppo, Flavia Petti, Carmen Colabella, Luigi Buscio, Rachele Di Marzo e Micaela Colabella.  

Nelle quasi cinque ore mattutine, i piccoli non hanno avuto modo di annoiarsi e, nel rispetto delle norme anti-covid, hanno ripreso quella socialità che avevano perduto a causa della pandemia. La gioia ed il divertimento sono stati i conduttori della settimana estiva. 

Un Campus a 360 gradi che ha consentito di realizzare un vero e proprio villaggio del divertimento seguendo le linee guida dettate dal difficile momento che ha stravolto le abitudini dell’intera popolazione mondiale. I partecipanti, divisi in gruppi e per età, hanno svolto un differente programma in grado di racchiudere tutti i temi sui quali lo stesso campus è stato fondato: multidisciplinarietà, approccio ludico alle varie discipline ed elevati risvolti sociali e culturali. 

Grazie all’Associazione di Volontariato AVIS – Bonefro, i piccoli, hanno ricevuto le nozioni di primo soccorso e una lezione sul comportamento da tenere in caso di calamità; con il Gruppo Bersaglieri, hanno ascoltato racconti di storia dall’Unità d’Italia; la prof.ssa Anastasia Eremita li ha guidati in un laboratorio artistico e il dott. Pierangelo Di Grappa ha impartito lezioni sulla sana alimentazione; Alessia Battezzato li ha fatti sognare con racconti di favole e il prof. Michele Vaccaro gli ha fatto ripassare la lingua inglese; a cura della ProLoco “La Sorgente” di Bonefro, i piccoli hanno imparato a fare gli origami e, grazie all’Associazione “Creatina”, hanno capito come usare una stampante 3D; la FIGC Molise ha inviato i propri istruttori per il gioco del calcio, il G.S. Cicli Bonefro ha portato le mountain bike e ha realizzato dei percorsi per sfide appassionanti, Armando Vaccaro ha promosso la pratica della pallavolo mentre Maria Martino li ha fatti ballare con danze del Sud (pizzica e taranta); l’Assessore Comunale alla Cultura Carmen Lalli, infine, ha fatto da Cicerone ai ragazzi nella visita al Museo Etnografico e della Civiltà Contadina nell’ex Convento S. Maria delle Grazie e nel Museo intitolato a Tony Vaccaro sulla Fotografia ospitato nel Palazzo Miozzi. 

Una scommessa vinta da parte di tutto lo staff che sin dall’inizio ha lavorato fortemente sull’unico obiettivo: abbattere le barriere virtuali per permettere ai giovani di poter tornare a relazionarsi tra loro contribuendo ognuno alla crescita dell’altro. Soddisfazione anche da parte delle famiglie dei piccoli partecipanti al centro estivo che hanno apprezzato l’iniziativa e l’hanno immediatamente sposata auspicando future collaborazioni e ringraziando tutto il personale coinvolto. 

 

 “Ringrazio la Polisportiva Kalena, i volontari, gli sponsor, le associazioni e tutti coloro che hanno contribuito all'ottima riuscita di tale straordinaria iniziativa multidisciplinare rivolta ai più giovani – dichiara Nicola Montagano Sindaco di Bonefro - L'Amministrazione comunale ha avviato la collaborazione con la Polisportiva Kalena nell'ottica di promuovere lo sport e le iniziative con valenza inter-comunale come questa, perché le nostre comunità devono agire in sinergia, ad iniziare dallo sport così come negli altri ambiti ... nessuno si salva da solo!”