ESTORSIONI E MINACCE CON METODO MAFIOSO, CAMORRISTA CAMPANO TRASFERITO AI DOMICILIARI AD ISERNIA - Molise Web giornale online molisano

Estorsioni e minacce con metodo mafioso, camorrista campano trasferito ai domiciliari ad Isernia

A riportarlo paesenews.
IL camorrista campano Francesco Faella, dopo essere stata accolta la sua richiesta di poter scontare i domiciliari fuori regione, è stato trasferito ad Isernia. 
Secondo quanto riportato da paesenews, Faella fu arrestato 13 mesi fa, insieme ad altre 6 persone, con l'accusa di estorsioni e minacce con metodo mafioso. Molti sarebbero stati gli episodi di estorsione contestati alle 7 persone, tra cui appunto Faiella, tra cui quella ai danni di un allevatore di cani.
Secondo le indagini che hanno portato all'arresto di Faiella, la Polizia di Stato avrebbe anche trovato un legame tra lo stesso ed i clan Casalesi e Papa.