MAGNOLIA BASKET, IN ROSSOBLU FRANCESCA BALDASSARRE - Molise Web giornale online molisano

Magnolia Basket, in rossoblu Francesca Baldassarre

Un altro prospetto in grado di far parlare di sé a medio termine. La Molisana Magnolia Campobasso scommette ancora una volta con forza su di un talento del Sud pronto ad esplodere nell’universo cestistico nazionale in rosa. Nel novero di un’operazione di scouting a tutto tondo del territorio centromeridionale (con tanto anche di allenamenti in corso sul parquet dell’Arena) il team rossoblù si è assicurato della tredicenne Francesca Baldassarre.

IDENTIKIT PUGLIESE Play-guardia in forza al Volorosa Brindisi, l’esterna pugliese ha saputo mettersi in mostra nei tornei di under 13 e 14 con i ragazzi, facendo emergere qualità non indifferenti.

NEL SEGNO DI GIORGIA Baldassarre arriva in Molise sulla scia di quanto fatto dalla concittadina Giorgia Amatori.

«La sua presenza – argomenta – mi fa sentire a casa e mi rende ancora più convinta della mia scelta».

OBIETTIVO MIGLIORAMENTO Per l’ultimo innesto nel roster rossoblù, che sarà impegnata con forza anche col vivaio griffato Cestistica Campobasso, l’approdo a Campobasso vuol essere «un’occasione di miglioramento. Sarò in una realtà diversa da quella di casa e questo contribuirà a farmi crescere ulteriormente».

IMPRINTING CESTISTICO Del resto, la palla a spicchi era un po’ nel destino della classe 2008. «In famiglia tutti giocano a basket e, sin da bambina, ero in palestra. Il basket ha sempre fatto parte di me».

ESPERIENZA UNICA Ancor di più in quello che sarà il suo percorso campobassano. «Poter far parte dell’universo Magnolia sarà l’occasione per accrescere il mio bagaglio da giocatrice da tutti i punti di vista e mi auguro di riuscire ad apprendere il più possibile».

FONDAMENTALI DA 3x3 Aspetto non marginale per chi ha «nella difesa e nelle entrate a canestro» i riferimenti del proprio gioco. Il cui imprinting è, a livello evidente, quello tipico del 3x3.

«È una disciplina che mi incuriosisce tanto», chiosa. «Ma ora ogni pensiero è su questa nuova esperienza a Campobasso», sintetizza Baldassarre.