TERMOLI, LA CRI IN SUPPORTO DEI VACANZIERI CON CONTROLLI ANTI-COVID - Molise Web giornale online molisano

Termoli, la CRI in supporto dei vacanzieri con controlli anti-covid

A partire dal 6 agosto scorso, tutti i fine settimana estivi fino a settembre (venerdì, sabato e domenica), i fruitori del porto di Termoli avranno a disposizione un’area grigia allestita da personale volontario della Croce Rossa Italiana (volontari e volontarie appartenenti al Corpo delle Infermiere Volontarie) in grado di offrire un supporto di accoglienza e servizi di grande utilità, in particolare in questo momento storico caratterizzato dalla pandemia da covid-19, come la somministrazione di check-up sanitario, somministrazione di tamponi antigienici rapidi, misurazione
pressione e temperatura corporea, monitoraggio psico-fisico degli utenti.
Ad oggi, sul posto, ove è presenta anche un’autoambulanza di tipo B, con equipaggio qualificato, sono stati assistiti già più di sessanta (60) utenti.
Questo risultato è stato raggiunto grazie alla proficua collaborazione tra il Comandante della Capitaneria di porto, il Capitano di Fregata (CP) Amedeo NACARLO e il Presidente Regionale della Croce Rossa Italiana Molise, Antonio VITARELLI, che ha seguito punto per punto l’attuazione del iniziativa.
L'intesa è stata infine siglata dalla Capitaneria di porto e dal competente Comitato di Campobasso della C.R.I., presieduto dalla dott.ssa Maria Rosaria SASANELLI.
Il successo dell’iniziativa è stato reso possibile dalla collaborazione ormai consolidata, a livello nazionale, attraverso un protocollo d’intesa, rinnovato lo scorso giugno tra il Comando Generale del Corpo delle capitanerie di Porto e la Presidenza Nazionale della Croce Rossa Italiana.
Grazie alla sinergia instaurata tra la Guardia Costiera molisana ed i volontari della Croce Rossa Italiana Regione Molise, che possono contare sul supporto costante dei militari della capitaneria destinati alla polizia del porto, è stato dunque portato a termine un intervento prezioso ed altamente specializzato, al fine di assicurare latutela di tutti coloro che lavorano sul porto ed oltre dei numerosi turisti che lo frequentano in estate, contribuendo così alla salvaguardia e allo sviluppo del territorio.