COMUNALI ISERNIA, IN UN TORRIDO VENERDÌ IL CENTROSINISTRA PRESENTA CASTRATARO: SUBITO CON PROPOSTE PER LA CITTÀ - Molise Web giornale online molisano

Comunali Isernia, in un torrido venerdì il centrosinistra presenta Castrataro: subito con proposte per la città

Piero Castrataro si presenta alla città di Isernia con il centrosinistra come candidato sindaco alle elezioni del 3 e 4 ottobre 2021. Nel parlare della coalizione nomina Oreste Scurti che ha lasciato il tavolo del centrosinistra invitandolo a continuare a lottare insieme. Il centrosinistra punterà anche sul paleolitico, battaglia portata avanti dalla notte dei tempi da Emilio Izzo, corteggiato e poi non incluso nella coalizione. Poi attacca Toma, Iorio e Patriciello dicendo di non essere interessato alla spartizione dei poteri ma pensando alla sanità pubblica di qualità. Ma chi è Piero Castrataro? E' il candidato scelto dalla maggior parte del tavolo del centrosinistra che oggi si presenta al suo fianco: innanzitutto Volt della coordinatrice Federica Vinci che lo presenta in un torrido venerdì di agosto davanti al bar centrale di Isernia, proprio quando la città appare stanca e vogliosa di riposarsi per le meritate ferie ferragostane. 
 
C'era anche la segretaria provinciale del Pd Maria Teresa D'Achille, il consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle Mino Bottiglieri, la segretaria provinciale di Sinistra Italiana Sara Ferri, il segretario regionale del Partito Socialista Marcello Miniscalco, Benessere Italia e Italia Futura. Spicca in materia di temi sociali la questione degli asili nido, che a Isernia secondo il candidato di centrosinistra è carente e che non permette alle donne di scegliere di andare a lavorare. Castrataro punta su questo tema pensando di incrementare la scelta di fare famiglia, ma ignora come buona parte della sinistra in Italia che le politiche per l'infanzia non sono a esclusivo beneficio delle donne. Un modo di affrontare il tema non molto diverso da quello del centrodestra. 
 
Ma cosa ha spinto Castrataro a tornare in Molise e in particolare a Isernia? Lo spiega lui stesso nel suo intervento. 
 
"Ogni volta che tomavo a casa - ha raccontato - trovavo un altro negozio chiuso. E questo ha acceso in me il desiderio di impegnarmi concretamente per invertire la rotta". "Noi perdiamo un abitante ogni tre giorni - ha osservato Castrataro - e si tratta di persone tra 18 e 35 anni. Nessun politico in 20 anni ha mai detto come affrontare questa questione. Noi lo faremo innanzitutto puntando sul lavoro, ossia mantenendo le imprese, favorendo altresì la transizione ecologica". Poi altro tema -sottolinea il candidato sindaco - è il turismo sociale, che offre opportunità alle persoe fragili che necessitano di servizi. Si tratta di un turismo destagionalizzato che può rappresentare una risorsa costante per la città".  (Redpol)