TI RACCONTO UNA STORIA #2 #MOLISECHETORNI - Molise Web giornale online molisano

Ti racconto una storia #2 #molisechetorni

Di Rossella Ciaccia
#molisechetorni
E così siamo arrivati ad Agosto. Il mese è agli sgoccioli e si sa, qui da noi se c'è una cosa certa e sicura, è che ad Agosto, passato Ferragosto, possiamo già considerarci entrati
nell'autunno.
Lo sappiamo bene. Lo sappiamo bene e ci siamo abituati.
Si, perché poi in particolare a Campobasso ci sono due certezze: che dal 16 Agosto non si potrà più uscire senza portarsi almeno una maglia lunga, e che a Villetta Flora farà la sua comparsa la signora dei mais.
Quest'anno, in realtà, è arrivata un po' prima di Ferragosto, con il suo banchetto, la sua sediolina, il suo cellulare di quelli che andavano di moda 10/15 anni fa… sempre lei, sempre
uguale, anno dopo anno. Solo con qualche capello bianco e qualche ruga in più.
La "signora dei mais", ormai è un vero e proprio punto fermo della città, come la bancarella che vende le castagne ad ottobre o, il teatro di Pulcinella.
Insomma sono quelle cose che esistono da sempre, e che nella mente dei campobassani, sono destinate a durare in eterno. Certo sappiamo bene che così non potrà essere, ma il solo fatto di associare la fine dell'estate e l'inizio dell'autunno a questi "punti fermi", il fatto di vederli li sempre ogni anno, di essere un po' cresciuti con questa signora che ci vendeva i mais da bambini e che ora li vende ai nostri figli, i fatto di,sapere che è li da sempre, ci da sicurezza. Ci fa sentire al sicuro.
Ci piace vedere come, in un mondo che va sempre di corsa, che muta ogni minuto, certe cose invece non cambiano mai. Sono li, da sempre, e ci piace pensare che  continuerà ad essere..
Per chi come me è cresciuta con questa signora, per i bimbi che ancora oggi, mano nella mano ai genitori, si fermano perché vogliono anche loro una pannocchia… perché poi in fondo non importa se piove o fa caldo, se si è di corsa, nel traffico, se ci si ferma in doppia fila noncuranti dei clacson che suonano, se invece si è tranquilli, rilassati, o in vacanza… un campobassano un minuto per fermarsi a prendere il granturco dalla signora dei mais, lo troverà sempre. Ed è bello così.
#molisechetorni