COMUNALI ISERNIA, CORSA A TRE O A QUATTRO: IL 27 AGOSTO LA DECISIONE FINALE - Molise Web giornale online molisano
di Viviana Pizzi
 
La data del 4 settembre 2021, in cui si presenteranno le liste per le amministrative del 3 e 4 ottobre a Isernia e negli altri comuni molisani, si avvicina sempre di più. Sul capoluogo i giochi sono fatti? Forse no perché ai tre candidati ormai ufficiali si potrebbe aggiungere qualche lista dell'ultimora per far trovare a tutti la persona da votare. Per ora gli ufficiali sono: Cosmo Tedeschi per Fratelli d'Italia e liste civiche, Gabriele Melogli che rappresenta il centrodestra classico di Forza Italia e Lega, proprio quello che si sperava di superare puntando su una casa riformista centrista, e Piero Castrataro unica voce nuova tra i tre che rappresenta l'alleanza modello Conte bis Pd- Movimento Cinque Stelle, Volt e Isernia futura. 
 
Restano fuori quelli che hanno davvero lottato in questi anni per Isernia, per le strisce blu ma soprattutto per l'ospedale Veneziale di Isernia e per la sanità pubblica. La data centrale per saperne di più è il 27 agosto quando Emilio Izzo ha chiamato in piazza tutti e tre i candidati sindaco per avere un confronto con loro e decidere se scendere in campo o meno come quarto incomodo. Se lo dovesse fare, oltre ai comitati civici che fanno capo al Movimento spontaneo Cacciamoli, scenderebbe in campo anche un partito nazionale a sostegno: si tratta di Azione Civile che fa capo ad Antonio Ingroia e ha a come riferimenti nazionali e regionali Nicola Lanza e Nicola Frenza. Un partito in crescita in Molise che sta pensando di tornare nelle piazze a dire la propria e a creare quella terza via che non è nè il centrodestra classico ma neppure il Pd che a loro dire "avrebbe venduto gli ideali di centrosinistra al Governo Draghi". 
 
Insomma i giochi sono tutt'altro da definire anche perchè molti dei personaggi che nel 2016 sono stati protagonisti della scena elettorale isernina ad oggi non hanno ancora fatto capire che pesci prenderanno.