GUGLIONESI, CITTADINI RIMASTI SENZA MEDICO DI BASE. LA DENUNCIA DEL PRC MOLISE - Molise Web giornale online molisano

Guglionesi, cittadini rimasti senza medico di base. La denuncia del PRC Molise

"Già nei mesi scorsi un medico di base è andato in pensione e adesso per l’appunto un altro medico di famiglia dal 1° settembre lascia l’attività per la giusta pensione."

Sono in molti, i cittadini del comune molisano ad essere rimasti senza medico di base, ed in molti altri lo rimaranno a breve. A "denunciare" la cosa Pasquale Sisto, Segretario Regionale del PRC Molise.

"Questi 2 ultimi professionisti - continua Sisto -  non sono stati rimpiazzati e di conseguenza i cittadini di Guglionesi che si curavano da quei medici sono stati invitati entro il 5 settembre a recarsi alla ex SAUB presso il vecchio San Timoteo a Termoli per fare la scelta del nuovo medico. La sorpresa per i più lesti che si sono già recati negli appositi uffici a Termoli consiste che si sono sentito dire dagli addetti che gli altri medici di base operanti a Guglionesi sono al completo e per cui non è possibile scegliere uno di loro ma bisogna scegliere qualche altro medico operante a Termoli o in altri comuni limitrofi. Questa situazione creatosi a Guglionesi ma comune in molti altri piccoli centri della Regione, dimostra ancora una volta la disastrosa situazione che versa la sanità Molisana più volte da noi denunciato anche con manifestazioni e presidi.

Non si può obbligare una persona anziana anche non autonoma in tema di mobilità a recarsi a Termoli se non a Larino per una visita dal medico di base. Questo vale anche per i cittadini di altri piccoli comuni Molisani che non hanno la presenza di nessun medico di base nel loro territorio comunale. I medici di base sono il primo presidio di salute per i cittadini, la base e la garanzia di un sistema sanitario pubblico in grado di assistere tutti in base alle personali necessità. Il presidio più vicino e più immediato e per cui deve essere a portata di mano in caso di bisogno. Si lavano tutti la bocca con annunci e proclami che vogliono incrementare e rafforzare la sanità di base sul territorio con più medici di famiglia e aumentare le USCA (Unità Speciali di Continuità Assistenziale) invece i presidi sanitari di base vengono ridimensionati. Oramai sono passati più di 18 mesi dall’inizio della pandemia di SARS – Cov 2 e tutti ci siamo resi conto che bisogna evitare di intasare il pronto soccorso degli ospedali anche per permettere di soccorrere gli eventuali altri malati diversi dal Covid che in questi mesi sono stati trascurati per curare i malati di Covid. Invece così facendo con la chiusura di presidi di base si incentiva la popolazione a recarsi al pronto soccorso in caso di qualsia necessita di natura medica con tutte le conseguenze negative per i malati che veramente hanno bisogno delle cure del pronto soccorso. Per la situazione venutosi a creare anche a Guglionesi (cosi come in altri comuni) ci preoccupa il silenzio della politica e della Amministrazione Comunale di Guglionesi che nessuna azione hanno messo in atto nei confronti dell’ASREM affinché l’Azienda Sanitaria pubblica Molisana sostituisca i medici di base andati in pensione a Guglionesi per evitare il disagio venutosi a creare per i cittadini di quella comunità. Chiediamo all’Amministrazione di Guglionesi, al partito di maggioranza che amministra, al Sindaco in primo luogo di adoperarsi affinché a Guglionesi venga ripristinato il minimo dovuto per quando riguarda la salute e la pubblica incolumità."