AVELLINO - CAMPOBASSO 1-1, BUONA LA PRIMA PER I ROSSOBLU: TIFOSI SODDISFATTI - Molise Web giornale online molisano

Avellino - Campobasso 1-1, buona la prima per i rossoblu: tifosi soddisfatti

Di Angelo De Bernardo
 
Chi ben comincia, è a metà dell'opera! Il Lupo guadagna un punto d'oro contro l'Avellino di Mister Braglia. Il match del Partenio termina con il risultato di 1-1. Nella prima frazione di gara, le due squadre hanno dato subito spettacolo.    L' Avellino si è affidata fin dai primi istanti della gara, alla velocità dell'esterno Kanoute, dall'altro parte invece il Campobasso ha risposto con il tridente Rossetti-Liguori-Emmausso. 
Al 10' del primo tempo, il Campobasso si fa subito vivo, con l'esterno Emmausso che scarica un tiro forte, ma centrale.
Tre minuti più tardi, risponde l'Avellino, con un tiro di Kanoute, ma Raccichini la blocca agevolmente. L'Avellino continua a spingere, e nella mezz'ora di gara, crea una grossa occasione lungo l'asse Mignanelli-Cianco, ma la palla termina fuori dal rettangolo verde. Continua il botta e risposta tra le due squadre, quando il Campobasso effettua due tiri prima con Rossetti e poi con Liguori, ma il tutto si conclude con un nulla di fatto. 
Sul finire della prima frazione, ci riprova l'Avellino con il tiro di uno scatenato Kanoute, che sbatte sulla traversa. La prima frazione si chiude sullo 0-0. Entrambe le squadre hanno creato molto e hanno fatto divertire il pubblico. Il secondo tempo ricomincia con lo stesso ritmo del primo. Al 47' l'Avellino reclama il rigore per un tocco di Dalmazzi su Carriero che provava l'anticipo, ma il direttore di gara non si fa condizionare e decide di non concederlo. Il primo tiro dei rossoblù nella ripresa, è targato Fabriani, ma il portiere Forte lo blocca. Al 55' L'Avellino è decisamente sfortunato, perché prima con un diagonale di Mignanelli e poi con una ribattuta di Plescia, colpisce due legni. A questo punto Mister Cudini, decide di spezzare il ritmo della squadra locale, ed opera due cambi, fuori Giunta ed Emmausso per Tenkorang e Di Francesco. Quest'ultimo si rivelerà decisivo nei minuti successivi, quando lascia partire un diagonale che trafigge l'estremo difensore avversario. Il Campobasso è in vantaggio. Esplode di gioia il settore ospiti. Dopo 32 "lunghi anni", arriva il primo gol tra i professionisti per il Lupo. Mister Braglia, non ci sta a perdere, e decide di cambiare i suoi interpreti, così come Mister Cudini. Al gol dei Lupi, risponde uno straripante Kanoute, che all'80esimo dopo aver saltato due uomini, cade in area per un presunto tocco di Menna. L'arbitro indica il dischetto, e l'Avellino ha così la possibilità di pareggiare, dopo la concessione di un rigore molto generoso. Sonny D'Angelo si presenta sul dischetto e trasforma il calcio di rigore. Ora il risultato è sull'1-1. Manca poco alla fine e a quel punto la squadra di casa vuole provarla a vincere, ma il Campobasso lotta con le unghie e con i denti e riesce a bloccare tutte le avanzate avversarie. L'outsider Campobasso blocca il tanto temuto Avellino. La squadra rossoblù, ha dimostrato in campo, che con la grinta e la determinazione si possono ottenere delle ottime soddisfazioni. Di pari passo, con la prestazione della squadra, si può considerare il tifo sugli spalti. Nonostante il numero esiguo di tifosi, circa 250, per limitazioni dovute al Covid-19, la tifoseria Campobassana si è dimostrata compatta e rumorosa a differenza del tifo locale. Sugli spalti del Partenio abbiamo vinto noi.