GREEN PASS OBBLIGATORIO ANCHE PER I MEZZI DI TRASPORTO, ECCO COSA CAMBIA DA DOMANI - Molise Web giornale online molisano

Green pass obbligatorio anche per i mezzi di trasporto, ecco cosa cambia da domani

Da domani, Mercoledì 1° settembre,  entreranno in vigore le nuove regole relative al Green Pass. 
I cambiamenti riguarderanno soprattutto i trasporti. Le norme, salvo altra disposizione, saranno valide fino al 31 dicembre 2021.
Per tutti i voli nazionali sarà obbligatorio avere il Green Pass. Per i voli in Europa era già necessario dal mese di luglio: nell'Unione Europea, tuttavia, una sola dose di vaccino non basta, mentre in Italia è sufficiente. Dunque, come riportato anche dal quotidiano Corriere della Sera, dal 1° settembre per viaggiare nel nostro Paese servirà aver ricevuto almeno una dose vaccinale, oppure essere guariti dal COVID o, infine, avere un tampone negativo eseguito nelle 48 ore precedenti. Sugli aerei è richiesto anche di indossare la mascherina chirurgicaLa capienza è del 100 per cento sugli aerei, dell’80 per cento sulle navette (come pure sugli altri autobus).
Per i treni l'obbligo della certificazione riguarda solo Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità (cioè tutte le Frecce di Trenitalia e Italo). Niente certificazione verde obbligatoria, quindi, per i treni regionali, anche se questi dovessero effettuare servizio tra regioni diverse. La capienza sarà dell’80%, sia in zona bianca, sia in quella gialla. Fino al 31 agosto sarà invece del 50%. Obbligatorio avere sempre (tranne quando si mangia o si beve, al proprio posto senza alzarsi) la mascherina chirurgica o la ffp2.
Il Green Pass sarà obbligatorio anche per i pullman che svolgono un servizio in modo continuativo o periodico su un percorso che collega regioni diverse. Obbligo anche per gli autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente (ma sono esclusi quelli impegnati nei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale). Accesso libero senza Green Pass per il trasporto pubblico locale: metropolitane, traghetti, bus urbani e regionali sono infatti esclusi dalle nuove regole introdotte dal decreto.
 - Il meteo.it -