UNIMOL, SI RIPARTE. IL RETTORE BRUNESE: "GARANTITA LA DIDATTICA IN PRESENZA" - Molise Web giornale online molisano

Unimol, si riparte. Il Rettore Brunese: "Garantita la didattica in presenza"

All'Università degli studi del Molise le attività universitare riprenderanno ufficialmente il 1° settembre 2021: dopo la breve pausa estiva, l'Università molisana riprenderà a pieno regime esami e lezioni.
Per garantire un tranquillo ritorno in Università e per poter accedere alle strutture universitarie, quest'ultima, attraverso una nota inviata a tutti gli stuendi, ha ricordato le regole basilari da seguire: 
  • Utilizzo obbligatorio dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie (mascherine chirurgiche o di tipo FFP2 o FFP3, purché prive di valvole), fatta eccezione per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso dei predetti dispositivi;
  • Rispetto di una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, assicurando la più ampia partecipazione in presenza degli studenti alle attività didattiche e curriculari, anche tenendo conto delle condizioni strutturali – logistiche degli edifici;
  • Divieto di accedere o permanere nei locali universitari ai soggetti con sintomatologia respiratoria o temperatura corporea superiore a 37,5°.
Fatta questa premessa l'Università, nella persona del Magnifico Rettore Luca Brunese, ha dato importanti novità circa il nuovo anno accademimico e il suo svolgimento:
«Mi preme sottolineare l’importanza della massima collaborazione e del senso di responsabilità di tutta la comunità studentesca, che peraltro sono sempre stati dimostrati in questo anno e mezzo di pandemia». - Questa l'esortazione del Magnifico Rettore. «L'Ateneo, da parte sua, continuerà ad assicurare il massimo rispetto delle norme di sicurezza per tutelare e salvaguardare la salute pubblica della popolazione universitaria, garantendo, attraverso le aule nuove con posti distanziati e tutti i dispositivi di sicurezza già in essere, la possibilità di svolgere tutte le attività didattiche e curriculari in presenza».
Inoltre, da non dimenticare è i l D.L. n. 111 del 6 agosto 2021che ha introdotto anche per gli studenti universitari l’obbligo di possesso della certificazione verde COVID-19, prevista dall’art. 9 del decreto-legge 22 aprile 2021, per la partecipazione delle attività didattiche e curriculari in presenza, dal 1° settembre e fino al 31 dicembre 2021, termine di cessazione dello stato di emergenza. Gli studenti, quindi, per accedere alle strutture universitarie (aule, biblioteche, laboratori, sale studio, dipartimenti, residenze, segreterie, etc.), sono tenuti a esibire la certificazione verde. 
 
 
di Denise Michela Pengue