EMERGENZA CINGHIALI IN MOLISE,NESTORE MOGAVERO: "IMPRENDITORI AGRICOLI VOGLIONO VIVERE DI REDDITO DA LAVORO NON CON SUSSIDIO" - Molise Web giornale online molisano

Emergenza cinghiali in Molise,Nestore Mogavero: "Imprenditori agricoli vogliono vivere di reddito da lavoro non con sussidio"

"Nella discussione giornaliera cresce l’indignazione per i branchi di cinghiali che vagano per le città e sulle spiagge del Molise. E’ di pochi giorni fa, un video sui social che mostrava una famiglia numerosa di cinghiali a spasso sulla spiaggia tra i numerosi bagnanti spaventati e preoccupati. Anche i numerosi appelli delle Organizzazioni Agricole nei confronti delle istituzioni, per risolvere il problema cinghiali che per l’agricoltura è diventato un vero flagello, sono ormai, per i più, lamenti e piagnistei. Ora, a pochi giorni dall’apertura dell’annata venatoria ecco che ancora una volta il mondo degli ambientalisti/animalisti riparte con una campagna quasi diffamatoria contro la caccia e chi la pratica. Dal 1 luglio è partita la raccolta firme per la presentazione di un referendum contro la caccia portando come argomenti lo sterminio di animali, eppure, in Italia le normative di legge sono le più severe in assoluto rispetto agli altri paesi membri dell’Unione europea, ed il prelievo venatorio, incide dell’ 1% della mortalità ed è un mezzo per tenere sotto controllo l’ambiente e la fauna selvatica. Senza la caccia, quella praticata in modo serio e corretto, la fauna selvatica prevarrebbe sulla natura e sull’ambiente stesso. Non serve fare un referendum, ma una regolamentazione seria della pratica venatoria che accontenti ambientalisti, coltivatori e cittadini sicuramente risolverebbe anche il problema dell’aumento indiscriminato della popolazione di cinghiali, senza che si continui a parlare di studi universitari, riportati sulla stampa, che indicano nelle recinzioni elettrificate, sensori avvisatori luminosi ed acustici, la risoluzione del problema….. cosa assurda per le grandi superfici aziendali!". Dice il Presidente di “Acli Terra” –Nestore Mogavero- "Gli imprenditori agricoli vogliono ricavare dal loro lavoro il proprio reddito e non il sussidio che l’abolizione della caccia favorirebbe".