SCUOLA, COPERTURA VACCINALE PER QUASI LA TOTALITÀ DEL PERSONALE - Molise Web giornale online molisano

La cultura in Molise: esiste?

DIRETTA
In Molise quasi tutto il personale scolastico risulta vaccinato contro il Covid-19. «Le persone che ancora non hanno provveduto a vaccinarsi sono quelle che sono impossibilitate a farlo per motivi sanitari». È quanto si legge in una nota della Garante regionale dei diritti della persona, Leontina Lanciano, su dati forniti dal direttore dell'Ufficio scolastico regionale (Usr), Anna Paola Sabatini.
A due settimane dall'avvio del nuovo anno scolastico - spiega - «gli aspetti più rilevanti diventano gli screening per gli studenti, l'adozione del green pass in ambito scolastico, come certificazione dei docenti, e il buon funzionamento del trasporto pubblico che, nell'ultimo anno scolastico, è stato spesso messo in crisi dai timori legati alla pandemia. Attraverso un adeguato parco mezzi e il rispetto delle norme sulla sicurezza, in particolare quelle sul distanziamento e sulla percentuale della capienza di pullman - aggiunge - occorrerà ristabilire il servizio dei trasporti scolastici secondo un criterio snello, efficace e in totale sicurezza, indispensabile per preservare gli studenti dal rischio di contagio e favorirne il rientro tra i banchi. Le istituzioni competenti e i Comuni si stanno organizzando per essere all'altezza del compito. Sarebbe opportuno prevedere corse espressamente dedicate agli studenti, in modo da rendere più ordinata l'organizzazione del trasporto dei ragazzi».
«L'obiettivo - continua la Garante - deve essere quello di garantire una scuola pronta a sostenere i bisogni dei ragazzi, in un contesto pubblico sicuro che sia in grado di tutelare gli studenti, prima, durante e dopo la frequentazione delle lezioni. I minori di età hanno diritto di vivere la dimensione relazionale in tutte le sue declinazioni, auspico quindi che ogni singolo aspetto che riguarda il mondo scolastico funzioni a dovere. Non possiamo permetterci un'altra stagione di incertezze, problemi e di minori chiusi in casa e privati dei contatti fra pari».
 
(fonte ANSA).