VENAFRO, TORNA LA NOTTE DELLA POESIA: L'EVENTO NACQUE PER MERITO DEL COMPIANTO FRANCESCO GIAMPIETRI - Molise Web giornale online molisano

Venafro, torna la notte della poesia: l'evento nacque per merito del compianto Francesco Giampietri

Domenica 12 settembre tornerà, dopo due anni di forzosa e sofferta interruzione, la Notte della Poesia, appuntamento ideato nel 2015 dal compianto Francesco Giampietri nella convinzione che «la bellezza può manifestarsi ovunque» e ora firmato dall’associazione Venus Verticordia, in collaborazione con il Collettivo Divergente. L’evento avrà luogo, a partire dalle 20.30, nella cornice della piazza antistante al Castello Pandone di Venafro, la cui possente mole subentrerà come sfondo della serata alla facciata della Chiesa dell’Annunziata, nella cui piazzetta si sono svolte con straordinario successo le precedenti edizioni della manifestazione. Chi voglia prendere parte all’evento potrà prenotare il suo posto in piazza il lunedì e il mercoledì, dalle 11 alle 21, presso la Palazzina Liberty e tutti i giorni presso l’ArcArtCafè di Corso Garibaldi 59.

 

Dopo aver ospitato alcune tra le più prestigiose voci maschili della poesia italiana odierna – Roberto Deidier e Elio Pecora nel 2015; Beppe Costa nel 2016; Antonio Veneziani nel 2017; Carlo Bordini nel 2018 – quest’anno sarà la volta di una voce femminile tra le più affermate e apprezzate del nostro panorama culturale: la poetessa Maria Grazia Calandrone, tra i finlisti del Premio Strega con il romanzo «Splendi come vita», una lettera d’amore per la madre adottiva scritta con uno stile frammentario che segue e imita da vicino l’andamento della poesia.

 

Fra i suoi ultimi libri in versi, si segnalano: Serie Fossile (Crocetti 2015); Gli scomparsi (Pordenonelegge 2016); Il bene morale (Crocetti 2017); Giardino della gioia (Mondadori 2019). Oltreché nella produzione poetica, Maria Grazia Calandrone è costantemente impegnata nella divulgazione e promozione della poesia, che la porta nei luoghi in cui essa fa più fatica a giungere ma è forse tanto più necessaria: nelle piazze, nelle carceri, nei centri di salute mentale, nelle scuole. Per Rai Radio 3 ha ideato e condotto programmi dedicati alla poesia: «Alfabetiere Poesia», «Poesia in technicolor» e «Da poeta a poeta». Come poetessa, ha ricevuto alcuni tra i più ambiti riconoscimenti italiani, vincendo i premi Montale, Pasolini, Trivio, Europa, Dessì e Napoli. Maria Grazia Calandrone è anche autrice di pièce teatrali per l’attrice Sonia Bergamasco, giornalista sulle pagine della rivista «Sette» del Corriere della Sera e regista per il sito del medesimo quotidiano.

 

Come già negli anni passati, la Notte della Poesia sarà aperta alle contaminazioni, dando vita a una pluralità di registri espressivi tale da abbracciare le arti più diverse. Accanto all’ospite principale, troveranno spazio suggestivi percorsi musicali e, a suggello della serata, la scena sarà infine occupata da Sergio Marchetta, artista poliedrico, capace di spaziare dalla musica fino alla recitazione e, quindi, alla poesia.

 

Daranno un contributo significativo alla realizzazione della serata il blog Tante Storie, che racconterà l’evento, e la Cooperativa Il Geco, che fornirà il necessario supporto logistico. L’evento gode del patrocinio del Comune di Venafro. La sera seguente Collettivo Divergente e Venus Verticordia torneranno a unire le loro forze per dar vita, sempre ai piedi del Castello Pandone, a un omaggio musicale dedicato a Franco Battiato, che coinvolgerà in veste di musicista la meglio gioventù della piccola città.