AL CAMPOBASSO NON BASTA DOMINARE: GIOVINCO SPEGNE I SOGNI DI GLORIA E FIRMA LA VITTORIA TARANTINA - Molise Web giornale online molisano
Campobasso Taranto 0-1

Al Campobasso non basta dominare: Giovinco spegne i sogni di gloria e firma la vittoria tarantina

di Marco Bruni

Il Romagnoli, finalmente, torna a respirare aria di professionismo. Spettacolare la cornice in notturna nonostante le severe restrizioni con un pubblico encomiabile che ha spinto i lupi dal primo all’ultimo minuto della gara.

Il Campobasso gioca la partita e la domina per lunghi tratti, soprattutto nella prima frazione di gioco, ma non riesce a concretizzare quanto di buono costruito.

Al decimo minuto è il capitano Bontà a provarci con un tiro da fuori area ma senza fortuna.

Pochi minuti più tardi Emmausso penetra nell’area di rigore e tenta il tiro. Chiorra è attento e blocca con sicurezza.

Alla mezz’ora è ancora il numero 10 molisano a rendersi pericoloso con una gran conclusione deviata in corner.

La prima frazione di gioco si spegne sempre con i lupi in avanti: Parigi raccoglie una palla vagante da un corner ma manda la sfera di poco alta sopra la traversa.

Nella seconda frazione la trama non cambia. Sono sempre gli undici di mister Cudini a fare la partita ma, dopo appena sei minuti, accade l’irreparabile: Fabriani sgomita in modo vistoso e il direttore di gara, senza indugio, estrae il rosso diretto lasciando i lupi in inferiorità numerica.

Il colpo è durissimo da digerire e la difesa molisana inizia a barcollare fino al minuto 12 quando Giovinco, spettatore non pagante fino a quel momento, raccoglie alla perfezione un cross proveniente dalla sinistra e trafigge, di testa, l’incolpevole Raccichini per il vantaggio tarantino.

I duemila del Romagnoli restano impietriti ma l'entusiasmo non si spegne fino al triplice fischio finale.

Il Campobasso si riorganizza e Cudini richiama in panchina Liguori ed Emmausso in luogo di Rossetti e Sbardella.

La manovra dei padroni di casa, nonostante l’inferiorità numerica, torna avvolgente senza, tuttavia,  essere incisiva fino in fondo.

Ad un quarto d’ora dal termine ci prova Parigi con un gran tiro da fuori ma la sfera viene deviata in corner.

Negli ultimi minuti, il Romagnoli è una bolgia e cerca di spingere il Campobasso verso un insperato pareggio che sembra arrivare con Tengorang che,però, spreca all’ultimo respiro  quella che poteva essere la palla decisiva.

Il Campobasso esce, ancora una volta, a testa alta dal rettangolo di gioco ma pecca di precisione e di concretezza. Errori che, in questa categoria, non si possono commettere.

I lupi scenderanno di nuovo in campo domenica prossima, 12 settembre, in quel di Monterosi per cercare di conquistate i primi tre punti della stagione.

 

 

Formazioni

CAMPOBASSO (4-3-3): Raccichini, Fabriani, Menna, Dalmazzi, Vanzan, Tenkorang, Bontà, Candellori, Parigi, Emmausso, Liguori

A disposizione: Zamarion, Coco, Sbardella, Nacci, Rossetti, Pace, Martino, Di Francesco, De Biase, Giunta, Magri, Vitali

Allenatore: Mirko Cudini

 

TARANTO (4-3-3): Chiorra, Tomassini, Ferrara, Marsili, Zullo, Longo, Diaby, Saraniti, Benassai, Versienti, Giovinco

A disposizione: Loliva, Antonino, Riccardi, Santarpia, Bellocq, Granata, Labriola, Ghisleni, Civilleri, Cannavaro, Italeng, De Maria

Allenatore: Giuseppe Laterza

 

Arbitro: Acanfora di Castellammare di Stabia