ACCUSE A SCARABEO DALLA CALENDA: RESTITUISCA I 15MILA EURO DI SPRECHI EFFETTUATI AL GRUPPO MISTO - Molise Web giornale online molisano

Accuse a Scarabeo dalla Calenda: restituisca i 15mila euro di sprechi effettuati al gruppo misto

di Viviana Pizzi
 
 
Lo scontro politico maggioranza Toma contro Fratelli d'Italia, dal Comune di Isernia si sposta oggi in consiglio regionale. E' l'assessora Calenda che denuncia il comportamento a suo dire scorretto del suo predecessore Massimiliano Scarabeo accusandolo di aver messo in atto una serie di sprechi quando era presidente e unico componente del gruppo misto. La segnalazione a Calenda è arrivata direttamente dalla Corte dei Conti.
 
Il gruppo misto dovrà restituire circa 15mila euro. "Il gruppo - ha dichiarato Calenda- mi piace ribadire che è differente per autonomia politica e comportamentale. La Corte dei Conti, sezione regionale di controllo per il Molise con deliberazione 2023/ 21 del 24 marzo e depositata il 20 aprile 2021 ha accertato e contestato spese effettuate nel periodo precedente alla mia gestione del gruppo. Somme che sono quindi oggetto di restituzione. Nello specifico si evince la spesa di 9815 euro per contratti di prestazioni occasionali, 61 euro per pagamento di canone di locazione di immobili siti a Venafro per il periodo 20-30 aprile 2020, 549 euro di canone anticipato di immobili siti sempre a Venafro per il trimestre maggio- luglio 2020, 4026 euro per l'acquisto di una libreria, 145 euro per estinzione del precedente conto corrente del gruppo non riversato nel nuovo gruppo. Vige l'obbligo quindi di restituire circa 15mila euro e questo è un comportamento a dir poco censurabile. Chiedo che venga avviata un'azione di recupero di quelle somme nei confronti del mio predecessore e non del gruppo regionale. Chiedo che l'ufficio di presidenza si adoperi in tal senso". 
 
 Insomma una brutta gatta da pelare esplosa proprio ora durante la campagna elettorale al Comune di Isernia. In tal senso il consigliere regionale Andrea Greco dopo la denuncia dell'assessora chiede di accertare in qualche modo quanto accaduto per fornire alla corte dei conti una relazione completa.  Il consiglio è stato sospeso e non si esclude una convocazione ad horas della commissione bilancio per vederci chiaro sulla vicenda.