METEO METÀ SETTEMBRE: LA PROSSIMA SETTIMANA UNA GOCCIA FREDDA PUNTERÀ L'ITALIA. TENDENZA FINO A FINE MESE - Molise Web giornale online molisano

La cultura in Molise: esiste?

DIRETTA

Meteo metà settembre: la prossima settimana una goccia fredda punterà l'Italia. Tendenza fino a fine mese

Fuori gli ombrelli e gli abiti più pesanti. L'ultimo aggiornamento non lascia scampo: nel corso della prossima settimana un'insidiosa goccia fredda sospinta da correnti atlantiche segnerà l'avvio della stagione autunnale, quanto meno su parte dell'Italia.
Facciamo il punto della situazione per capire meglio le conseguenze attese, tracciando poi una tendenza generale fino alla fine del mese di settembre.
Le condizioni meteo sono previste in peggioramento già tra le giornate di lunedì 13 e martedì 14 quando un primo affondo perturbato colpirà le regioni del Nord, procando piogge intense specie su Liguria, Piemonte e Lombardia, nonché determinando anche un sensibile calo delle temperature.
La nostra attenzione si focalizza poi da mercoledì 15 settembre in avanti, quando una ben più vasta e organizzata "goccia fredda" (area di bassa pressione ricolma di aria fresca e instabile) riuscirà ad irrompere sul bacino del Mediterraneo, dando il via ad una fase di diffuso maltempo. Vista la configurazione sinottica attesa a scala continentale, andrà prestata massima attenzione soprattutto al Nordovest e ai settori tirrenici, ma successivamente anche al resto del Paese.
Nulla di così anomalo. Questo periodo dell'anno risulta spesso piuttosto delicato a causa dei forti contrasti che si vengono a creare tra masse d'aria completamente diverse: gli ultimi caldi da una parte e i primi affondi freddi in discesa dal Nord Europa dall'altra. Un fattore determinante in queste settimane di passaggio è la temperatura ancora troppo elevata dei nostri mari che potrebbe fornire l'energia necessaria (maggior umidità nei bassi strati dell'atmosfera) per lo sviluppo di imponenti celle temporalesche in grado di scaricare al suolo ingenti quantità d'acqua nel giro di poche ore: le famigerate alluvioni lampo.
In ogni caso, per dettagliare meglio in merito alle aree che potrebbero essere maggiormente colpite dalle piogge, sarà necessario attendere i prossimi aggiornamenti, vista l'attuale distanza temporale.
Dando infine uno sguardo sul lungo periodo (ultima decade del mese), pare proprio che nuovi fronti instabili possano raggiungere facilmente l'Italia: insomma l'ipotesi è che possa aprirsi la famosa "Porta dell'Atlantico": se dovesse essere confermato, attendimoci l'arrivo in grande stile delle piogge autunnali che segnerebbero così il definitivo tramonto dell'estate.