SANITÀ, LA RICHIESTA DI FANELLI AL COMMISSARIO TOMA: SI POSSANO CAMBIARE I MEDICI DI FAMIGLIA ANCHE ONLINE - Molise Web giornale online molisano

La cultura in Molise: esiste?

DIRETTA

Sanità, la richiesta di Fanelli al Commissario Toma: si possano cambiare i medici di famiglia anche online

"Sono sempre di più gli anziani – ma anche i genitori di bambini piccoli – che lamentano enormi difficoltà per scegliere o sostituire il medico di base o il pediatra, che in Molise possono essere effettuati solo di persona. Soprattutto le persone più in là con gli anni, incontrano notevoli disagi innanzitutto per recarsi, attraverso il servizio di trasporto pubblico, presso i competenti uffici Asrem dove, a causa delle limitazioni imposte dalle normative anti Covid, spesso sono costretti a lunghe code e attese, anche con il rischio di possibili contagi".

Lo ha sottolineato la consigliera regionale Micaela Fanelli che aggiunge: "Medesime difficoltà, chiaramente, vivono i genitori che hanno necessità di scegliere o sostituire il pediatra, molti dei quali costretti a richiedere ferie o permessi sul luogo di lavoro, per giungere, fisicamente, presso gli uffici abilitati al servizio. Così in Molise, ma non in altre regioni d’Italia, quali ad esempio il Veneto, la Lombardia, il Lazio, la Puglia e altre, dove sono attivi i servizi telematici sanitari che consentono, tra gli altri, la scelta, sostituzione e revoca dei medici di base e dei pediatri.

Convinta che l’implementazione del servizio informatico non rappresenti uno scoglio insuperabile per la Sanità molisana – che deve rapportarsi in maniera sempre più semplificata ed efficiente con l’utenza –ho scritto (qui la lettera: https://bit.ly/3E3VZmg) al neo Commissario ad acta, il Governatore Donato Toma, e al Direttore Generale Asrem Oreste Florenzano, invitandoli ad istituire questo specifico servizio anche in Molise, al fine di potere effettuare on line: la scelta di un nuovo Medico di Medicina Generale nell’ambito del proprio comune di residenza con contestuale revoca automatica del precedente; la scelta di un nuovo Pediatra nell’ambito del distretto socio-sanitario di residenza con contestuale revoca automatica del precedente; la revoca del proprio Medico o Pediatra anche ai fini di una iscrizione temporanea fuori regione. Un piccolo servizio in più, ma dalle grandi ricadute per i cittadini, che non sarebbero più costretti a recarsi in presenza presso gli Uffici, con evidenti ricadute positive anche sul fronte della lotta ai contagi in luoghi chiusi e sovraffollati. Attendiamo, dunque, fiduciosi, che il Molise possa mettersi al passo delle regioni più virtuose anche sotto questo aspetto, che non è di secondaria importanza per i molisani, soprattutto anziani e genitori".