CENTRODESTRA ISERNIA, TAJANI METTE LE PEZZE CON MELOGLI: "UNA SCELTA DI ESPERIENZA E SERIETÀ" - Molise Web giornale online molisano
di Antonio Di Monaco
Antonio Tajani arriva ad Isernia per mettere una pezza in una coalizione di centrodestra sempre più divisa. Il vicepresidente e coordinatore nazionale di Forza Italia si presenta in città il giorno dopo la visita del leader leghista, Matteo Salvini, a sostegno del candidato sindaco, Gabriele Melogli, che punta al terzo mandato in fascia tricolore. Un tempismo forse non del tutto casuale considerando le prese di distanza portate avanti nel partito da Mara Carfagna e Mariastella Gelmini che hanno sconfessato la linea di Berlusconi sull'accordo con la Lega in un'ipotetica federazione. Ad accogliere Tajani nel capoluogo i candidati azzurri e delle liste civiche Isernia Migliore ed Iris insieme con i rappresentanti istituzionali forzisti di punta, ovvero l'onorevole Annaelsa Tartaglione, coordinatrice regionale di Fi, l'europarlamentare Aldo Patriciello e il sottosegretario alla presidenza della Regione Molise, Roberto Di Baggio. 
 
"Melogli è una persona seria, chiara e affidabile - ha detto Tajani presentando il candidato azzurro - e puntare su una persona che ha già fatto, e bene, il sindaco è segno di serietà e potrà rendere Isernia competitiva dal punto di vista economico e politico". Il coordinatore nazionale azzurro ha poi fugato in un sol colpo i rumors sulle divisioni in seno al centrodestra. "La coalizione è unita, ma se qualche frangia ha scelto di andare altrove non è un nostro problema tanto che Forza Italia è il partito che cresce di più nei sondaggi. C'è voglia di un centrodestra moderato e credibile e lo si percepisce anche ad Isernia". Ma questo lo si saprà solo dai voti reali che usciranno dalle urne.