AL VIA NUOVO ANNO SCOLASTICO, L'AUGURIO DEL PRESIDENTE FRANCESCO ROBERTI - Molise Web giornale online molisano

Al via nuovo anno scolastico, l'augurio del Presidente Francesco Roberti

Suona la campanella per 26.584 studenti della provincia di Campobasso e 35.777 dell’intera regione. Domani, mercoledì 15 settembre 2021, al via l’anno scolastico 2021/2022.

“Il primo giorno di scuola porta con sé sempre un carico di emozioni – commenta il Presidente della Provincia di Campobasso, Francesco Roberti – Il mio in bocca al lupo giunga ai Dirigenti Scolastici, ai docenti, al personale ATA e agli studenti, quest’ultimi la nostra risorsa più preziosa su cui investire, poiché rappresentano i protagonisti della vita sociale del domani”.

“Dopo un anno e mezzo contraddistinto da tante ore di Didattica a Distanza, tutti hanno desiderato il ritorno sui banchi di scuola con quella normalità che ha caratterizzato le nostre vite fino agli inizi di marzo del 2020 – prosegue Roberti – Tornare a scuola in presenza, con la sicurezza dettata dalla campagna vaccinale che prosegue a tambur battente, vuol dire permettere ai ragazzi di tornare a socializzare e vivere l’ambiente scolastico, nonché trascorrere quei momenti di gruppo che restano indelebili per tutta la vita”.

“La crescita dei nostri ragazzi passa dallo studio, ma anche dalle relazioni sociali che si creano tra i banchi di scuola, dove il confronto tra coetanei, nonché tra studenti e docenti è di fondamentale importanza per la crescita umana, professionale e scolastica di tutti”, sottolinea il Presidente della Provincia di Campobasso.

“Conosco bene l’ambiente scolastico, da cui provengo, e sono ben consapevole dell’amore e della passione con cui lavora tutto il personale di questo fantastico mondo”, rimarca il Presidente dell’ente di Palazzo Magno.

“Il mio ringraziamento va al Provveditore agli Studi, all'Ufficio Scolastico Regionale per il Molise, ai Dirigenti Scolastici e a tutto il personale impegnato nelle ultime settimane, affinché gli studenti trovino a scuola un ambiente sicuro”, conclude Francesco Roberti.