TI SBLOCCO UN RICORDO #MOLISECHETORNI - Molise Web giornale online molisano

Ti sblocco un ricordo #molisechetorni

Di Rossella Ciaccia
#molisechetorni
Ma voi ve li ricordate i sabati sera di qualche anno fa?
Non parlo  di chissà quanti secoli fa ovviamene,  parlo dei nostri sabati sera, di  noi 30enni o giù di li…
Ve li ricordate gli appuntamenti alle 18:00 a Villa Flora accompagnati dai genitori che ci raccomandavano " miraccomando non più tardi delle 20:30".  Che poi d'estate, alle feste o alle varie notti bianche diventavano le 22:00.
Le passeggiate per il corso e via 'de Ferrari, e se pioveva o faceva troppo freddo, ci si riparava nell'OVS ( o, chi se lo ricorda, la Upim), o al massimo si andava per i centri commerciali.  Anche se il nostro luogo del cuore era sempre e comunque il corso, anche in inverno, anche con la pioggia, e spesso anche con la neve.
Ma ve le ricordate le passeggiate anche con il mega freddo, le mani viola, i brividi ( che non erano sempre per il freddo) solo per vedere quel ragazzo che ci piaceva tanto, che puntualmente era più grande, frequentava i pub dove a noi era vietato andare, e non ci filava neppure di striscio.
Ma ve le ricordate le preghiere perché il fine settimana non piovesse, che poi, invece, puntualmente pioveva e la nostra disperazione.
I nostri sabati, dove la pizza era d'obbligo, mangiata sulle scalinate della ex scuola elementare di Via Roma,  o il gelato o la caramella di pulcinella.
I sabati sera dove noi ragazze un po' "sfigate" guardavamo con invidia quelle nostre coetanee a cui era concesso andare in disco,  mentre noi in disco siamo andate non prima dei 17 anni e al massimo fino alle 2.
Ma ve li ricordate i sabati sera quando ci facevamo belle anche con il freddo, e se per pura sfiga ci veniva il raffreddore stavamo bene attente a non farcene accorgere dai nostri genitori,  perché altrimenti
non ci avrebbero fatto uscire, ed il massimo dello chic era una cioccolata calda d'inverno o un'estathe in estate, da Lupacchioli o al bar centrale, dove la visuale era tra le migliori.
Ma ve le ricordate tutte queste cose? Beh se la risposta è si, e magari le ricordate anche con un po' di nostalgia, vuol dire proprio che stiamo invecchiando.
Però il bello è proprio questo,  che alcune cose non cambiano mai.
Gli appuntamenti a villa flora, i giri per il corso, gli aperitivi ai bar, la caramella di pulcinella (che, anche dopo i 30 anni è d'obbligo).
Ma ve li ricordate i nostri sabati sera? Quelli che ci sembravano a volte noiosi, altre volte tristi, altre volte invece bellissimi... quelli che quando oggi vediamo 14enni andare in giro anche ad Ottobre con shorts e canotte, mega truccate ci chiediamo " ma anche noi eravamo così?"
No. Noi eravamo un pò meno "fighe" e un pò più "sfigate", che a Novembre sembravamo già dei pupazzi di neve tra cappotti, sciarpe e guanti... 
Ma poi vediamo quelle stesse ragazzine megatruccate e con tacco 15 aspettare i loro amici a Villa Flora, comprare la caramella di Pulcinella, mangiare la pizza sulle scale della vecchia scuola di Via Roma... e pensiamo che il bello della vita, è che certe cose, non cambieranno mai .
#molisechetorni