CONSIGLIO COMUNALE, PASSA IL DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE 2022/2024 E IL BILANCIO CONSOLIDATO 2020 - Molise Web giornale online molisano

Consiglio Comunale, passa il Documento Unico di Programmazione 2022/2024 e il bilancio Consolidato 2020

Il Consiglio Comunale di Campobasso, riunitosi in mattinata in seduta ordinaria per discutere l’approvazione del Documento Unico di Programmazione 2022/2024 (Dup) e l’approvazione del Bilancio Consolidato 2020, ha provveduto a spostare i propri lavori al pomeriggio per permettere al sindaco Roberto Gravina di prendere parte, in Prefettura, alla riunione convocata con la Commissione Provinciale di Vigilanza dei Pubblici Spettacoli per lo Stadio di Selva Piana. Proprio il sindaco Gravina, all’inizio dei lavori pomeridiani, ha poi aggiornato il Consiglio su quanto è stato deciso nel corso dell’incontro in Prefettura. “Al termine di una mattinata di verifiche documentali, in linea con quanto preventivato, la Commissione di Vigilanza è stata aggiornata all’inizio della prossima settimana per ottemperare a una verifica diretta, sul posto, presso l’impianto di Selva Piana, dopo la quale la Commissione si pronuncerà sulla richiesta di agibilità che porterebbe la capienza dello Stadio a 7500 posti”. 

Dopo l’intervento iniziale del sindaco, la seduta del Consiglio è proseguita con la relazione e la presentazione del DUP 2022/2024 da parte dell’assessore al Bilancio, Giuseppina Panichella. “Nel contesto attuale, caratterizzato da incertezza normativa e da una costante riduzione delle risorse destinate a soddisfare le crescenti istanze di sostegno da parte del territorio amministrato, assume vitale importanza la necessità di rendere razionale ed efficiente la gestione degli stanziamenti di bilancio, attraverso la sistematica analisi degli stessi, al fine di verificare l’esistenza di economie, con conseguente possibilità di riutilizzo delle risorse, per garantire il mantenimento degli standard qualitativi delle prestazioni erogate alla collettività. Nel 2022 – ha dichiarato Panichella - proseguirà l’azione intrapresa nel campo del recupero dell’evasione e dell’elusione fiscale relativamente ai tributi locali, azione che ritengo doverosa e improntata a imprescindibili criteri di equità, giustizia e legalità, considerando oltretutto che l’indicatore di capacità di riscossione di un comune è oggi variabile essenziale per la stabilità dei bilanci, anche per il ruolo che riveste il fondo crediti di dubbia esigibilità. L’eccezionalità del 2020 – ha aggiunto l’assessore al Bilancio - ha inevitabilmente rallentato l’azione amministrativa degli enti locali, per mesi assorbiti da una pluralità di azioni di risposta all’emergenza sanitaria, ma uno sguardo attento sull’operato, sull’avanzamento delle progettualità e sui risultati conseguiti dall’assessorato ai lavori pubblici, evidenzia come il 2020 e il 2021 non si possono considerare anni persi: a dispetto delle difficoltà organizzative, l’azione amministrativa ha condotto a risultati significativi ma soprattutto, ha posto le basi per un 2022 che si annuncia ricco di cantieri ed interventi qualificanti. Non saranno, tuttavia, dimenticate le opere più modeste negli importi e, forse, in parte anche meno significative nell’immaginario collettivo, ma ugualmente importanti per migliorare la qualità di vita dei cittadini, seguendo le direttrici che hanno sempre informato l’azione amministrativa durante il mandato in corso: la sicurezza stradale e degli edifici pubblici, la mobilità sostenibile, l’efficientamento energetico, il potenziamento delle infrastrutture sportive, l’abbattimento delle barriere architettoniche, con un’attenzione particolare agli aspetti manutentivi e di decoro nei quartieri cittadini e non di meno alle contrade.

Relativamente al commercio, "non si può prescindere da una rinnovata attenzione al comparto, reduce da un anno difficilissimo a causa della Pandemia. Su questo versante il competente assessorato, di concerto con l’assessorato al Bilancio, continuerà a mettere in campo azioni volte a sostenere il commercio locale e le microimprese. Gli anni 2020 e 2021 si sono caratterizzati per un lavoro particolarmente intenso della Commissione Bilancio, che approfitto per ringraziare, impegnata oltre alle normali convocazioni per l’analisi di tutti i documenti riguardanti le varie fasi del bilancio comunale, in ulteriori numerose convocazioni per definire la destinazione delle risorse stanziate per il sostegno e il rilancio della Città di Campobasso. Nel 2022 tale impegno dovrà proseguire con regolarità, con l’obiettivo di tenere monitorate le risultanze delle misure approvate e delle risorse stanziate per ogni intervento e, se del caso, individuare ulteriori modalità di sostegno".

Il DUP 2022/2024 è stato approvato dal Consiglio con 19 voti a favore e 8 contrari. “Nonostante il periodo emergenziale così lungo, - ha detto il sindaco Gravina nella sua dichiarazione di voto - ritengo che sia stato fatto un lavoro, da parte dell’Amministrazione nel suo complesso, che pone le basi per un futuro più florido della città in particolare per ciò che concerne le opere pubbliche e i lavori pubblici, con una mole di risorse intercettate davvero importanti, cosa avvenuta anche nel settore culturale. Risorse che potranno essere calate sul territorio”. L'ultimo atto della seduta odierna è stata l’approvazione del Bilancio Consolidato 2020, votata dal Consiglio Comunale con 19 voti a favore e 8 contrari.