CONSIGLIO COMUNALE DI TERMOLI DICE NO ALLA CITTADINANZA ONORARIA A LILIANA SEGRE - Molise Web giornale online molisano

Consiglio comunale di Termoli dice NO alla cittadinanza onoraria a Liliana Segre

Il Consiglio comunale di Termoli, dopo l'approvazione del conferimento  della cittadinanza onoraria al Milite ignoto, il centrosinistra ha presentato un altro provvedimento per la cittadinanza onoraria della città di Termoli alla deputa Liliana Segre,  superstite dell'Olocausto e testimone della Shoah italiana, bocciata dalla maggioranza.

«Mentre l'amministrazione comunale, per voce dell'assessore Barile, esprime grande soddisfazione per il conferimento, nella seduta odierna, da parte del Consiglio comunale della cittadinanza onoraria al Milite ignoto, quale simbolo di tutte le vittime dei conflitti mondiali, noi consiglieri del Partito democratico e di Vota per te, invece, pur avendo votato favorevolmente tale provvedimento, con grande rammarico prendiamo atto che questa maggioranza per la seconda volta oggi ha detto no al conferimento della cittadinanza onoraria a Liliana Segre, deportata e sopravvissuta ad Auschwitz, anch'essa simbolo delle vittime del regime nazifascista.

Infatti, all'invito da noi rivolto ai consiglieri di maggioranza di riconsiderare la possibilità di conferire la cittadinanza onoraria anche alla senatrice a vita Segre, riportando in Consiglio Comunale la nostra proposta, il Consigliere Balice ha ribadito la mancanza dei presupposti previsti dal regolamento vigente in materia, presupposti che nel caso del Milite ignoto non sono stati proprio considerati. Un'occasione persa, a nostro parere, per riscattarsi anche agli occhi della cittadinanza, visto che tantissimi comuni anche di centro destra hanno conferito la cittadinanza onoraria alla senatrice Segre».