TERMOLI, DAL PORTOGALLO AL BOCCARDI TIBERIO PER STUDIARE TURISMO - Molise Web giornale online molisano

Termoli, dal Portogallo al Boccardi Tiberio per studiare turismo


Una studentessa che viene dal Portogallo per frequentare un trimestre all’Istituto Boccardi Tiberio. Si tratta di Rita Castro, 17 anni, ospite della scuola termolese. Arriva da un piccolo centro nei pressi di Porto e ha iniziato a frequentare il quarto anno del corso Turismo all’Iis Boccardi Tiberio, guidato dalla professoressa Concetta Cimmino. 

La giovanissima alunna è “sbarcata” in Molise come exchange student del progetto “AFS Intercultura”, iniziativa che aiuta gli studenti a frequentare una scuola all’estero. 

E' stata accolta da una famiglia di San Martino in Pensilis e seguirà le lezioni per specializzarsi in turismo. I compagni le hanno organizzato un'accoglienza calorosa e la supportano quotidianamente nel suo inserimento.

Rita è la quinta studentessa AFS che nel corso degli ultimi quattro anni è stata accolta dal Boccardi Tiberio, dopo le bellissime esperienze con studenti provenienti dal Cile, Thailandia, Bolivia e Stati Uniti. 

Si tratta di una esperienza educativa interculturale altamente formativa per gli studenti della scuola molisana, che fa nascere una consapevolezza nuova della propria e delle altrui culture; porta gli studenti a contatto diretto con Paesi molto lontani e getta le basi di un pacifico dialogo tra i popoli, oltre che stimolare l'uso delle lingue straniere come veicolo di comunicazione.

“Qui al Boccardi Tiberio noi facciamo così! – spiega la Dirigente Scolastica, Concetta Cimmino. Qui al Boccardi Tiberio costruiamo ponti dove altri vedono muri, perseguendo l'educazione interculturale che non si esaurisce con la presenza di studentesse e di studenti stranieri, ma si espande alla complessità del confronto tra la nostra cultura e quelle straniere, in una dimensione europea e mondiale dell'insegnamento e dell'apprendimento”. 

La Dirigente poi evidenzia: “Quest'anno il Boccardi Tiberio, nell'ambito degli scambi interculturali, accoglie la studentessa portoghese Rita Castro che ho avuto il piacere di salutare, qualche giorno fa, in presidenza: Rita è entusiasta di far parte della nostra comunità scolastica. Siamo convinti della ricchezza che portano con sè occasioni come questa perché crediamo che l'intercultura sia un efficace strumento per contrastare gli stereotipi e i pregiudizi”.V