TURISMO: DETENUTI CARCERE LARINO RACCONTANO IL MOLISE - Molise Web giornale online molisano

Turismo: detenuti carcere Larino raccontano il Molise

I detenuti del carcere di Larino i protagonisti di "cartoline" turistiche: racconteranno gli usi e tradizioni del territorio sulla scia del libro "Viaggio nel Molise" di Francesco Jovine.
Il progetto, ideato dal regista Giandomenico Sale, dà il via ad una iniziativa innovativa di Teatro in Carcere finalizzata al turismo regionale.
La recitazione nell'Istituto di pena è realizzata da Frentania Teatri con la collaborazione della Casa Circondariale e l'Istituto Alberghiero "Federico di Svevia" di Termoli attraverso il contributo della Regione Molise, nell'ambito di "Turismo è Cultura 2021" e dei fondi dell'8 per mille della Chiesa Valdese.
"Il teatro in carcere ha valenza turistica, culturale e sociale spiega Giandomenico Sale: è un supporto a quanti vogliono conoscere il Molise e le sue tradizioni ed è terapeutica per i detenuti, che prendono parte al progetto. I detenuti che prenderanno parte alla fase preparatoria del progetto, saranno formati per presentare al pubblico una "cartolina" di quelle che sono le tradizioni, i rituali e le bellezze molisane da scoprire, riscoprire o approfondire. A conclusione le porte del carcere di Larino saranno aperte al pubblico che, raggiungendo la casa circondariale, prenderà parte a questo esperimento, dove i detenuti-attori, in veste di ciceroni, proporranno un percorso turistico tratto dal testo di Jovine. Verranno presentate le località attraverso l'interpretazione di brani di Viaggio nel Molise, permettendo di conoscerne il paesaggio, le sue tradizioni arcaiche, i suoi prodotti tipici, gli antichi rituali contadini.
Per ogni località il turista, attraverso un QR code da scansionare con il cellulare, il turista potrà ascoltare la presentazione delle località interpretata del detenuto/narratore. Con questa nuova edizione del laboratorio teatrale in carcere si vuole superare il limite delle sbarre, portando il lavoro a tutti i turisti e i cittadini molisani grazie all'uso del cellulare e di un opuscolo che sarà un dono alla collettività". Il progetto della durata di tre mesi è partito a metà settembre e terminerà a metà dicembre 2021 con la performance Viaggio nel Molise.
(ANSA).