PASQUALE MARIA MAINOLFI: PRESENTAZIONE LIBRO “TRA STORIA E MISTERO” - Molise Web giornale online molisano

Pasquale Maria Mainolfi: presentazione libro “Tra storia e mistero”

Nell’VIII e IX capitolo del recente volume di Pasquale Maria Mainolfi ”Tra storia e mistero – Il gesuita cervinarese Michele De Maria sulla cattedra della Verità”, l’autore tratta della presenza della Compagnia di Gesù a Benevento, con la chiesa e il collegio di piazza a Roma, dove il gesuita ha mosso i primi passi nella famiglia religiosa di Sant’Ignazio di Loyola. 

 Mainolfi sancisce, così il legame con la città del teologo cervinarese, che qui fu avviato agli studi, e il ruolo formativo dei gesuiti. Il libro, dedicato alla figura di padre Michele De Maria (1836-1913), insigne filosofo e teologo, per oltre 30 anni Prefetto generale agli studi della Pontificia Università Gregoriana, dopo essere stato presentato a Cervinara da Vittorio Sgarbi e, a Roma, nella Chiesa di Sant’Ignazio, dall’arcivescovo di Benevento, Felice Accrocca, con interventi di padre Vincenzo D’Adamo S.J. e de sindaco Clemente Mastella, sarà presentato anche a Benevento, nella chiesa di San Gennaro, mercoledì 22 settembre, alle ore 17.00.

Dopo i saluti di Massimiliano Nave, presidente provinciale del Movimento Cristiano Lavoratori, di Caterina Lengua, sindaco di Cervinara e di Clemente Mastella, interverranno il dirigente scolastico Mimmo Zerella e Ciriaco De Mita. Anche la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Castellati ha espresso il “ sincero apprezzamento per la cura e la passione con cui monsignor Mainolfi ha ridato luce alla storia e all’opera instancabile di un autentico uomo di fede e profonda cultura che ha dedicato la propria vita allo studio e all’insegnamento del pensiero di San Tommaso d’Aquino. Una dottrina che padre De Maria ha tramandato a centinaia di giovani   studenti e che, come cristiani, parla direttamente al cuore di tutti noi, guidandoci con la sua profonda umanità in un prezioso percorso di crescita spirituale e culturale”.

Mainolfi ha cercato soprattutto di spiegare e caricare di senso i momenti e i percorsi che costellarono la parabola umana e spirituale del gesuita, valorizzando numerosi scritti inediti, tratti dalla corrispondenza con studenti, confratelli, professori dei maggiori atenei del mondo, cardinali e con il Magistero della Chiesa, restituendoci l’esito di tanti incontri con Papi Leone XIII e Pio X. Un libro determinato ad offrirci il ritratto di un uomo appassionato al Vangelo e alla Chiesa, legato alle sue radici, che ha lasciato un segno a cavallo tra due secoli, probabilmente ancora da approfondire e valutare nella sua complessità e fecondità.

(D.D)