SCONFITTA DI MISURA PER LA MAGNOLIA BASKET CONTRO LA ALPO BASKET - Molise Web giornale online molisano

Sconfitta di misura per la Magnolia Basket contro la Alpo Basket

Terza gara in 96 ore per le rossoblù che non riescono ad imporsi allo sprint contro le venete delle ex Marangoni e Mancinelli

Il tecnico dei #fioridacciaio Sabatelli: «Occasione per ulteriori sperimentazioni». Dal club gli auguri per il nuovo delegato della Fip Molise

LA MOLISANA MAGNOLIA CAMPOBASSO 59

ALPO BASKET 60

(21-16, 31-26; 42-44)

CAMPOBASSO: Trimboli 2, Egwoh 4, Quiñonez 9, Togliani 8, Chagas 6, Parks 11, Nicolodi 9, Premasunac 10. Ne: Trozzola, Del Sole, Šrot e Del Bosco. All.: Sabatelli.

ALPO: Marangoni 15, Packovski 10, Rosignoli 11, Soglia 10, Diene 6, Bertoldi, Vitari 2, Mancinelli 6, Franco. Ne: Pachera, Bertoldi e Franchini. All.: Soave.

ARBITRI: Manganiello (Benevento) e Correale (Avellino).

NOTE: uscita per cinque falli (Mancinelli).

Alla terza partita nell’arco di 96 ore e con la regista Giorgia Amatori tenuta fuori a livello precauzionale, La Molisana Magnolia Campobasso conquista la terza seconda piazza in altrettanti tornei disputati in questo precampionato dovendo cedere, nella finale della quinta edizione del torneo ‘Campobasso per lo sport’, all’Alpo delle ex Sofia Marangoni (top scorer di serata con uno score di quindici punti) ed Elisa Mancinelli (l’esterna perugina condizionata dai falli, ma capace con due triple di dare la svolta a favore delle venete nel terzo quarto).

ANDAMENTO LENTO La fisiologica stanchezza figlia degli impegni ravvicinati finisce per incidere sul ritmo della contesa con le magnolie che non incidono più di tanto nella contesa, fallendo diversi tentativi dall’arco dei tre punti. Così l’Alpo sale sino al +4 (40-44) di un finale di terzo quarto in cui Parks riavvicina le rossoblù ad un solo possesso. Un parziale di 7-0 (Quiñonez, tripla di Togliani e Trimboli) nell’arco di novanta secondi riporta sul +5 le magnolie, ma le venete non si arrendono e si portano ad una sola lunghezza (50-49) con una tripla di Marangoni. Alpo sorpassa sul 53-55, ma è Togliani dall’arco dei tre punti a ribaltare nuovamente l’andamento del match. Alpo sorpassa nuovamente (56-57). Chagas sembra chiudere i conti (59-57), ma è Marangoni a scrivere con un’altra ‘bomba’ la parola fine sulla contesa (59-60), prologo alle premiazioni con cerimonieri il consigliere federale Fip (e direttore generale di Magnolia) Rossella Ferro ed il presidente del Coni Molise Vincenzo D’Angelo.

A REFERTO CHIUSO Nella sua analisi ex post il tecnico delle magnolie Mimmo Sabatelli è molto concreto: «Senz’altro – spiega – abbiamo accusato un po’ di stanchezza dopo questo tour de force. Questo match era l’occasione per poter provare a fare qualcosa di nuovo. Grande merito va all’Alpo per la sua condotta di gara e per come ha interpretato il match. Da parte nostra, sarà fondamentale restare sereni e tranquilli. Così come non dovevamo esaltarci dopo l’exploit in EuroCup con Luga, adesso non dobbiamo fare tanti retropensieri su questa contesa».

AUGURI FEDERALI Da parte del club del presidente Antonella Palmieri, tra l’altro, è partito in queste ore l’augurio di ‘buon lavoro’ in vista del quadriennio che porterà a Parigi 2024 rivolto al neo delegato della Federbasket Molise Giuseppe Amorosa, nominato dal consiglio federale della Fip nella giornata di venerdì.