BOMBA CEFARATTI IN CONSIGLIO REGIONALE: PRESIDENTE TOMA NON SI GUIDA LA MAGGIORANZA CHIUSO IN UN PALAZZO - Molise Web giornale online molisano

Bomba Cefaratti in Consiglio Regionale: presidente Toma non si guida la maggioranza chiuso in un palazzo

Un segnale che qualche malumore nella maggioranza di centrodestra in consiglio regionale esiste. E' arrivato dall'intervento in aula a Palazzo D'Aimmo del consigliere di Orgoglio Molise e uomo vicino a Aldo Patriciello, Gianluca Cefaratti. Che possa votare a favore della mozione del Movimento Cinque Stelle dovrebbe essere improbabile. Ma qualora succedesse sarebbe la prima da commissario per Donato Toma in materia sanitaria, che da presidente non avrebbe la maggioranza in Consiglio. E' ormai chiaro che la mozione sarà votata da Fratelli d'Italia tranne Pallante, Pd e grillini. 
In sostanza Cefaratti ha contestato la mancanza di concertazione che si è venuta a verificare.
 
"Imputo a Toma della colpe e gliele imputo in quest'aula, da parte mia ho sempre sostenuto che la sanità in Molise non dovesse andare in mani esterne ma individuato nella figura presidenziale, ero convinto che il commissariamento dovesse terminare per dare dignità a quest'aula in primis per riappropriarci delle aule. Non si guida caro presidente una maggioranza chiuso in un palazzo al di la di che lei sia. Le cose andavano concordate, bisognava metterci a conoscenza di quanto avveniva. La maggioranza le permette di salire lì dove si trov. La sanità di eccellenza va valorizzata come avveniva nel Pos 2015-2018. Non si banalizza in due righe l'accordo di programma tra Cardarelli e Gemelli".