CEFARATTI DOPO IL CONSIGLIO REGIONALE: NON POSSIAMO ESCLUDERE I PRIVATI DI ECCELLENZA DAL NUOVO POS - Molise Web giornale online molisano

Cefaratti dopo il Consiglio Regionale: non possiamo escludere i privati di eccellenza dal nuovo Pos

di Viviana Pizzi
Escludere i privati dalla rete di emergenza urgenza e prevedere accordi con Benevento e Foggia per l'ictus emorragico. E' stato questo il punto principale del Pos 2019-2021 che il consigliere Gianluca Cefaratti di Orgoglio Molise non ha apprezzato. Lo ha ribadito nell'intervista che abbiamo realizzato ad appena un'ora dalla chiusura del consiglio regionale del Molise in cui è passata la mozione proposta dal Movimento Cinque Stelle che propone il congelamento del programma firmato da Toma.
 
Un punto che di fatto esclude dagli interventi urgenti in sanità la Neuromed di Pozzilli legata all'eurodeputato Aldo Patriciello. "Una esclusione assurda - ha dichiarato Cefaratti- anche perchè ci devono spiegare come mai sarebbe più facile raggiungere il Rummo o gli Ospedali Riuniti invece che arrivare a Pozzilli per intervenire in questi casi". Nell'accordo però è prevista l'integrazione tra l'ospedale Cardarelli e l'ex Gemelli Molise che va anche bene perchè il nosocomio è stato realizzato anche con denaro pubblico ma resta il fatto che non si sa bene a chi è stato venduto. 
 
Una esclusione, quella di Neuromed, che in queste ore sta facendo rumore in tutto l'ambiente sanitario e nel consiglio regionale. Cefaratti ha ribadito di essere stato il primo a sponsorizzare la nomina di Toma a Commissario ad acta per la sanità molisana, dopo il fallimento della gestione commissariale di Giustini e Grossi prima e delle dimissioni di De Grassi poi. I responsabili della scrittura del Pos 2019-2021. Ma ha anche chiesto al presidente commissario di aprire le porte del palazzo di via Genova e di confrontarsi con la maggioranza di centrodestra, che ha voluto questa nomina con tutte le forze, per la messa a punto del nuovo Pos.