NUOVE SCUOLE A CAMPOBASSO, L'AFFONDO DEL CENTROSINISTRA: "MASCIONE SIMBOLO DELLA PARALISI" - Molise Web giornale online molisano

Nuove scuole a Campobasso, l'affondo del centrosinistra: "Mascione simbolo della paralisi"

di Antonio Di Monaco
"La scuola è il passaporto per il futuro dei nostri bambini, non deludiamoli", si legge in un cartello apposto davanti al cantiere della nuova scuola Mascione a Campobasso. I lavori sono fermi da due anni per un contenzioso in atto tra l'amministrazione comunale e l'impresa, la quale avrebbe frapposto un aumento dei costi. Di contro, il Comune ha annuciato una possibile nuova gara di appalto, ma ciò - sia pure sbloccando l'impasse - dilaterebbe a dismisura i tempi di esecuzione delle opere. I gruppi consiliari del Pd e Sinistra per Campobasso l'hanno eletta a luogo simbolo della paralisi nel settore delle scuole. I dem Giose Trivisonno, Alessandra Salvatore e Bibiana Chierchia insieme con l'ex sindaco, Antonio Battista, si sono recati davanti ai cancelli del cantiere per denunciare quanto accade "da quasi due anni e mezzo con studi, progettazioni di massima, risorse a disposizione senza eseguire alcun lavoro. Qui a Mascione - ha ricordato Battista - dall'autunno-inverno del 2019, il cantiere è sboccato e non lo si sblocca. All'Inizio dell'anno scolastico, i bambini erano seduti a terra e le aule non erano sufficienti nonostante si fosse a conoscenza della situazione legata al Covid".
 
Tutto questo è stato confermato anche da un rappresentante dei genitori degli alunni, il quale ha ricordato i disagi vissuti e l'assenza di notizie dai rappresentanti istituzionali. La questione, però, diventa inevitabilmente anche politica perché "Pd e Sinistra per Campobasso chiedono alla maggioranza M5S di discutere in commissione e in Consiglio del tema scuola che pure è stato il loro cavallo di battaglia quando erano all'opposizione", ha rimarcato la consigliera Salvatore. Un po' come un vecchio governo da Prima Repubblica, democristiano, che tace sulle cose che non portano consenso.