BIOSANNIO: PRIMO APIARIO DEL BENESSERE IN MOLISE - Molise Web giornale online molisano

BioSannio: primo apiario del benessere in Molise

Di Simone d’Ilio

Oggi parliamo con Claudia Di Vincenzo, rappresentante di BioSannio: una piccola impresa agricola molisana. Nella valle del Biferno, precisamente a Castropignano, BioSannio ha allestito i primi due “apriari del benessere” del Molise, i cui nomi (Kerres e Fluusai) richiamano le divinità sannite della natura.

-Claudia, cosa sapresti dirmi su BioSannio?

“BioSannio è un’azienda agricola molisana a conduzione familiare dedita alla lavorazione del farro e del miele. Quest’anno abbiamo avviato un nuovo progetto di apiterapia realizzando due apiari integrati (marchio registrato, essendo soci dell’Associazione Italiana Apiterapia). Il nostro apiario è il primo in Molise e l’undicesimo in Italia. Ne siamo molto orgogliosi”.

-Per quanto riguarda sullo specifico, cosa sapresti illustrami sulle particolarità di questo apiario?

“L’apiario integrato è una struttura in legno al cui interno si vive l’atmosfera di un alveare: è possibile sedersi su delle panche, al di sotto delle quali sono posizionate le arnie. I benefici di cui si può godere sono quelli dell’apisound (ascolto del ronzio delle api che favorisce il rilassamento e la meditazione) e dell’apiaroma (inalazione dei vapori delle api come cera, propoli e polline, che arreca molti benefici all’apparato respiratorio), ovviamente in totale sicurezza.  L’obiettivo che ci poniamo è quello di offrire un’esperienza unica, all’insegna del relax, del benessere e della natura. In quest’ottica abbiamo realizzato un giardino botanico, al fine di raffinare i sensi olfattivo e tattile attraverso le piante aromatiche e officinali. Inoltre il nostro progetto coinvolge adulti e bambini, prevedendo l’attività didattico-formativa che mira a illustrare e spiegare la vita delle api. Possiamo parlare di fattoria didattica.”

-Claudia, in che senso una fattoria didattica sulle api?

“L’idea di fondo della nostra fattoria didattica è quella di illustrare e spiegare non solo il funzionamento di un alveare, ma soprattutto l’importanza che questi piccoli insetti per tutto il mondo. Se le api scomparissero dalla faccia della terra all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita, ed è fondamentale che tutti comprendano questa urgenza di tutelare le api.”

 

- Per quanto riguarda il giardino botanico, invece?

“Il nostro giardino aromatico ospita diverse piante officinali e aromatiche (varie tipologie di menta, ruta, salvia ecc..) e ha lo scopo di affinare i sensi olfattivo e tattile. Il nostro obiettivo è di aggiungere un ulteriore trattamento, oltre all’apiaroma e all’apisound, che è l’aromaterapia: questa sfrutta gli oli essenziali delle piante (attraverso tisane e creme) allo scopo di arrecare beneficio all’intero organismo.