DIBATTITO NEL MOVIMENTO CINQUE STELLE, GRECO: NON POSSIAMO ESSERE COMPLICI DI ALLEATI CHE CI VOGLIONO FAR SCOMPARIRE - Molise Web giornale online molisano

Dibattito nel Movimento Cinque Stelle, Greco: non possiamo essere complici di alleati che ci vogliono far scomparire

Le elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre hanno portato scompiglio nel Movimento Cinque Stelle che ormai, nonostante il successo di Giuseppe Conte nelle piazze, si possono contare su percentuali a una cifra anche in città dove c'è stata l'alleanza con il Pd. E' avvenuto anche a Isernia dove con 459 voti pari al 3,76% riuscirà ad eleggere due consiglieri soltanto se vincerà Piero Castaro. Nel dibattito su alleanze si e alleanze no è intervenuto sui social il capogruppo in consiglio regionale Andrea Greco. Che conferma la linea già espressa alla nostra testata in occasione del consiglio monotematico sulla sanità quando dichiarò: mai con Italia Viva, non sono costretto a fare politica. 
 
"A livello nazionale - ha sostenuto sui social-  siamo al paradosso più totale. Il MoVimento lavora per costruire e alcuni personaggi di altre forze politiche (sedicenti alleati) lavorano per distruggere, per denigrare e soprattutto per umiliare la nostra storia. Forse è il caso di rendersi conto che per qualcuno l'unica opzione è farci scomparire e noi non possiamo essere complici. Io non sarò complice. Ho speso (mettendoci il cuore) la parte più bella della mia vita, proprio come molti di voi, non per farla calpestare, maltrattare da chi dovrebbe solo avere la decenza di avere rispetto e tacere di tanto in tanto".
 
La linea di Greco resta quindi quella di continuare da soli a incidere sul panorama politico nazionale. Una coerenza apprezzabile proprio perchè ricorda anche gli scontri passati tra Pd e Movimento Cinque Stelle. Cosa sarà del partito verrà deciso a Roma volta per volta. Il futuro politico di Greco sarà legato a quanto accadrà a livello nazionale. (redpol)