ATTACCO FASCISTA E NO VAX ALLA CGIL DI ROMA: LA SEDE MOLISANA APERTA DOMANI PER LA SALVAGUARDIA DELLA DEMOCRAZIA - Molise Web giornale online molisano

Attacco fascista e no vax alla Cgil di Roma: la sede molisana aperta domani per la salvaguardia della democrazia

 L'attacco alla sede Nazionale della CGIL istigato da sedicenti no vax e
no green pass e capeggiato da leader dell'estrema destra lasciati ancora
liberi di circolare in una Repubblica democratica, è un fatto
gravissimo. 
 
"Invitiamo le forze democratiche del Paese -si legge in una nota dell Cgil Molise- a unirsi contro la
violenza gratuita rivolta verso la casa dei lavoratori. Domani, domenica
10 ottobre,  dalle ore 9 la sede della CGIL di Campobasso resterà
aperta  e le sedi territoriali saranno presidiate. Una delegazione della
CGIL Abruzzo - Molise sarà a Roma per partecipare all'Assemblea
straordinaria convocata proprio a Corso d'Italia, teatro della vile
aggressione".
Solidarietà anche dal segretario di Rifondazione Maurizio Acerbo.
" L'attacco alla Cgil non è una normale contestazione, è un atto di deliberato squadrismo. A guidarlo sono i neofascisti che dall'inizio della pandemia dirigono o strumentalizzano le manifestazioni contro la presunta dittatura sanitaria. 
 
 
L'invasione della sede del sindacato di Giuseppe Di Vittorio da parte di fascisti è inaccettabile e non può che essere condannato l'operato di chi gestisce l'ordine pubblico a Roma che non ha garantito la protezione alla sede della più grande organizzazione dei lavoratori italiani. 
 
 
Esprimo la solidarietà di Rifondazione Comunista al compagno Maurizio Landini e a tutta la Confederazione Generale Italiana del Lavoro".