STORICA RIVINCITA DEL CAMPOBASSO A MONOPOLI: 1-2 IL RISULTATO FINALE - Molise Web giornale online molisano
Monopoli Campobasso 1-2

Storica rivincita del Campobasso a Monopoli: 1-2 il risultato finale

di Marco Bruni

Dopo ben 32 anni da quello sciagurato spareggio perso in terra catanzarese contro il Monopoli, i lupi tornano a graffiare con una prestazione maiuscola raccogliendo tre punti pesanti su un campo tutt’altro che facile.

Il buon gioco espresso fin dalla prima giornata dagli uomini di mister Cudini iniziano a portare i frutti sperati. Due le vittorie consecutive che rilanciano in modo convincente le ambizioni di salvezza e gettano lo sguardo verso obiettivi ancor più lusinghieri.

La stagione è appena all’inizio e sarebbe inopportuno tracciare bilanci in un senso o nell’altro. Il bel gioco e le prestazioni, tuttavia, sono sotto gli occhi di tutti e, al di là del risultato, restano un punto fermo dal quale ripartire ogni domenica.

La gara odierna ha messo di fronte due buone formazioni che hanno dato battaglia dal primo all’ultimo minuto. Il Campobasso parte meglio e, con la consueta aggressività, riesce fin dai primi minuti a mettere in difficoltà la retroguardia avversaria.

Dopo appena quattro giri di lancette Di Francesco si invola sulla fascia sinistra offrendo un assist al bacio per l’accorrente Tenkorang che, dal secondo palo, riesce in scivolata ad impattare la sfera e a depositarla in rete per il momentaneo vantaggio rossoblù.

Gli oltre 200 supporters giunti dal Molise fanno sentire la loro voce onorando i colori di una città e di una regione intera.

I rossoblù, continuano a spingere ed al 20’ sfiorano il raddoppio con Candellori che lascia partire un gran tiro da fuori neutralizzato da uno strepitoso Loria con una parata da fuori classe.

I padroni di casa non ci stanno e provano man mano a riconquistare metri di campo creando diverse occasioni pericolose.

A pochi minuti dal termine della prima frazione di gioco gli sforzi dei pugliesi vengono premiati: Viteriti lascia partire un cross dalla destra verso l’area di rigore, Starita è il più svelto di tutti e si impossessa della sfera lasciando partire un gran sinistro che si infila sotto l’angolino alle spalle dell’incolpevole Raccichini.

Dopo una dura battaglia le due squadre rientrano negli spogliatoi sul risultato di 1-1.

Nella seconda frazione il Campobasso risale in cattedra alla ricerca del nuovo vantaggio. Bontà spinge i compagni ed inventa un paio di occasioni che lasciano presagire al gol.

Al minuto 52 arriva puntuale il raddoppio molisano: Candellori fa partire un cross dalla sinistra verso il centro dell’area di rigore, Tenkorang è ancora in agguato ma Guiebre tocca la sfera e involontariamente spedisce la sfera nella sua porta siglando uno sfortunato autogol.

Il Campobasso torna in vantaggio e cerca subito di riorganizzarsi per cercare di portare a casa una vittoria preziosissima.

Cudini richiama in panchina Vitali per Vanzan e Di Francesco in luogo di Liguori. L’assetto sembra essere quello giusto ma il Monopoli non demorde e cerca di ripartire a caccia del nuovo pareggio.

I rossoblù si difendono con ordine e riescono a ribaltare tutti i pronostici della vigilia riuscendo nella clamorosa impresa di battere il Monopoli tra le sue mura riscattando quel terribile 4-1 che, dopo 32 anni, brucia ancora.

Il Campobasso vola sulle ali dell’entusiasmo aspettando la capolista Bari domenica prossima, 17 ottobre, al Romagnoli dove si attende il pubblico delle grandi occasioni con la capienza che sarà aumentata ulteriormente al 75% come da disposizioni governative.

Per l’occasione, la società del Campobasso ha già indetto la giornata rossoblù.

 

Fonte immagine di copertina: pagina FaceBook S.S. Monopoli 1966

 

Formazioni

MONOPOLI (3-5-2): Loria; Mercadante, Bizzotto, Riggio; Viteritti, Piccinni, Morrone, Bussaglia, Guiebre; Starita, D'Agostino

A disposizione: Guido, De Santis, Grandolfo, Nocciolini, Romano, Tazzer, Nina, Vassallo, Hamlili, Langella, Novella, Milani

Allenatore: Alberto Colombo

 

CAMPOBASSO (4-3-3): Raccichini; Fabriani, Menna, Dalmazzi, Pace; Candellori, Bontà, Tenkorang; Vitali, Rossetti, Di Francesco

A disposizione: Zamarion, Coco, Sbardella, Vanzan, Nacci, Emmausso, Giunta, Parigi, Liguori, Magri

Allenatore: Mirko Cudini

 

Arbitro: Ricci di Firenze