“SAVE THE PLANET”, HACKATHON INTERNAZIONALE AL MUSEO SANNITICO DI CAMPOBASSO - Molise Web giornale online molisano

“Save the Planet”, Hackathon internazionale al Museo Sannitico di Campobasso

La sostenibilità ambientale sarà il tema al centro dell’Hackathon internazionale organizzato  dall’Istituto di Istruzione Superiore “Pertini-Montini-Cuoco” di Campobasso in programma  mercoledì 27 e giovedì 28 ottobre prossimi, a partire dalle ore 9.00, nella splendida cornice del  Museo Provinciale Sannitico situato nel cuore del centro storico del capoluogo regionale. 

Alla maratona progettuale prenderanno parte trenta studenti, i ragazzi dell’Istituto molisano diretto  dal Prof. Umberto Di Lallo insieme a coetanei provenienti da Croazia, Estonia, Grecia, Spagna e  Portogallo. Le squadre saranno composte da sei studenti l’una, provenienti dai Paesi coinvolti nel  progetto, e lavoreranno nelle cinque postazioni dislocate nelle varie sale del Museo.  

“La fusione di attualità e storia locale permetterà di far conoscere meglio le potenzialità della nostra  regione oltre i confini nazionali. Il gruppo di docenti Erasmus del “Pertini-Montini-Cuoco” ha  lavorato alacremente per la preparazione e la riuscita dell’evento” sottolinea la Prof.ssa Maria  Martino, referente Erasmus di Istituto e coordinatrice del partenariato internazionale del Progetto  “STEAMFUL”. 

L’approccio metodologico, altamente innovativo, fa riflettere gli studenti su problematiche di  carattere globale, quali i cambiamenti climatici, il terrorismo, l’intelligenza artificiale, portandoli a 

ricercare possibili strategie e soluzioni con l’ausilio delle discipline STEAM (Scienze, Tecnologia,  Arte, Matematica). 

Oltre alla vincita dei premi, gli hackathon vengono considerati efficaci per i partecipanti in quanto  danno loro la possibilità di stare a contatto con le nuove tecnologie, insegnano a lavorare in team,  ad esprimersi in pubblico, a creare una rete di contatti con altri coetanei, rappresentano esperienze  che possono essere aggiunte al curriculum vitae, senza contare che sono considerate attività  divertenti che donano un personale senso di realizzazione.

Contatti: Il Dirigente Prof. Umberto Di Lallo 339.8930895